Elon Musk: 5 minuti del suo lavoro sono pagati come sei mesi di un impiegato italiano

18 Novembre 2020, di Mariangela Tessa

I top manager dei grandi gruppi industriali di Wall Street, non è una novità, portano a casa stipendi stratosferici. Ma chi sono i dieci più pagati?

A metterli in fila ci ha pensato Gigacalculator.com, sito specializzato negli strumenti di calcolo e conversione.

In cima alla classifica spicca Elon Musk, fondatore e numero uno di Tesla, che in questi giorni festeggia l’ingresso della sua società nello S&P 500. Per ogni cinque minuti di lavoro, l’imprenditore americano incassa 12.854 euro, una cifra che in media gli italiani guadagnano in 23 settimane (circa sei mesi), considerando uno stipendio medio anno di 29.304 euro.

Al secondo, posto spicca Tim Cook. In questo caso, in cinque minuti di lavoro, il numero uno di Apple guadagna 2.888 euro, cifra che per gli impiegati italiani richiede un lavoro di 5 settimane.

Nella classifica dei dieci più ricchi, c’è spazio anche per Tom Routledge, ceo di Charter Communications, che occupa il terzo posto e i cui 2.526 dollari di paga per 5 minuti di lavoro equivalgono 4 settimane, due giorni e sei ore di lavoro di un impiegato italiano.

Tra gli altri, Jonathan Gray di Blackstone, Robert Swan di Intel, Sundar Pichai, il ceo del colosso Alphabet (nuovo nome di Google), Satya Nadella di Microsoft.

Che cosa pensano gli italiani di questi stipendi?

Secondo Gigacalculator.com l’81% degli italiani ritiene che si tratta di cifre “ingiustificate” mentre solo il 19% considera queste retribuzioni corrette. Non solo. Il 74% del campione non capisce esattamente quale sia l’attività dei ceo su base giornaliera per meritarsi stipendi cosí alti.

Infine, il 90% dei rispondenti italiani pensa anche che l’attuale disparità di trattamento tra grandi manager e lavoratori sia “troppo ampia, e meriti di essere drasticamente ridotta nei prossimi 5 anni”.

Ecco la classifica generale: