Elisabetta II regina anche delle criptovalute

14 Settembre 2022, di Gianmarco Carriol

Sua Maestà la Regina Elisabetta II è scomparsa venerdì scorso. La sua morte ha suscitato un’ondata di condoglianze da tutto il mondo, ma è stata anche l’occasione per fare profitti con le criptovalute.

Boom di cryptomonete sulla Regina Elisabetta II

S econdo DexScreener, la morte della regina Elisabetta ha generato oltre 40 meme coin (criptovalute che, come suggerisce il loro stesso nome, si ispirano ai cosiddetti meme, ossia contenuti digitali umoristici utilizzati su Internet) su Ethereum e Binance Smart Chain (e diverse collezioni NFT). Sono altresì state lanciate dozzine di meme coin sulla regina su Ethereum e BNB Chain di Binance. “Queen Elizabeth Inu”, “Queen Doge”, “God Save The Queen”, “London Bridge Is Down”, “Queen Grow”, “Rip Queen Elizabeth”, “Elizabeth II” e “Queen Inu II” sono solo un alcune delle criptovalute lanciate; sono apparsi anche altri gettoni che prendono il nome dal nuovo monarca, re Carlo III.

Dal loro lancio, i token più liquidi, Save The Queen e Queen Elizabeth Inu, hanno già elaborato rispettivamente quasi  700 mila e 200 mila dollari di volume di scambi. Nel momento in cui scriviamo, Queen Elizabeth Inu è in rialzo del 23.271% su Binance Smart Chain e del 3.708% su Uniswap; intanto il prezzo dei token Save The Queen si è apprezzato del 1.517% . I prezzi sono estremamente volatili ed è altamente improbabile che si mantengano.

E’ stata lanciata anche una collezione  di NFT intitolata “Queen Elizabeth 69 Years NFT”. La collezione pretende di offrire un’immagine per ogni anno del regno della regina. Tuttavia, Elisabetta II ha regnato per 70 anni, non 69.