Elezioni Usa 2020: in bilico candidatura di Biden, accusato da due donne

3 Aprile 2019, di Alessandra Caparello

Sempre più in forse la corsa alle prossime presidenziali 2020 di Joe Biden. A mettere in cattiva luce l’ex vicepresidente di Barack Obama le accuse mosse da ben quattro donne, come riporta il New York Times, secondo cui Biden avrebbe tenuto un comportamento inappropriato.

Non si tratta di accuse nè di molestie nè di aggressione sessuale ma di una condotta come dire espansiva-. Prima era stata Lucy Flores, ex candidata democratica a vice governatrice del Nevada che al The Cut sottolinea che durante un comizio elettorale del 2014 Biden avrebbe appoggiato le mani sulle spalle dandole un bacio dietro la testa. “Ero imbarazzata, scioccata e confusa”, ha sostenuto la Flores che ha spinto così altre donne a raccontare particolari del genere nei loro contatti con Biden, ultime tali Caitlyn Caruso e D. J. Hillo.

A difendere Biden il presidente Donald Trump che ha insinuato che le accuse, come vociferato anche da alcuni democratici, siano state sollevata dall’avversario Bernie Sanders.

“I socialisti si stanno prendendo cura di te”.

Così il presidente americano davanti ad una platea di suoi sostenitorti. Il portavoce di Biden affida la difesa dell’ex vicepresidente ad un comunicato.

Joe Biden ha offerto innumerevoli strette di mano, abbracci, manifestazioni d’affetto e di sostegno. E neppure per una volta, mai, ha agito in modo inappropriato”.

A difesa di Biden si sono mobilitate molte donne dall’attrice e attivista Alyssa Milano che lo ha definito “un uomo generoso e caloroso” all’ex consigliere per la sicurezza nazionale di Obama, Susan Rice fino alla Speaker della Camera, la democratica Nancy Pelosi.

 “Lo conosco da molto tempo  i miei nipoti lo adorano. E’ una persona affettuosa verso i bambini, gli anziani, verso tutti. E’ fatto così.