Elezioni Europee 2019, Le Pen di Europa delle Nazioni e delle Libertà: chi è

16 Aprile 2019, di Alessandra Caparello

Tra i vari partiti che compongono l’Europarlamento e che correranno alle prossime elezioni di maggio figura anche il  gruppo Europa delle Nazioni e della Libertà (Enf).

L’Enf riunisce le forze sovraniste che vogliono riformare l’Unione europea, dando più potere agli Stati nazionali. Aderiscono al gruppo nel Parlamento Ue le delegazioni di 8 Stati membri, per un totale di 8 partiti e al momento a detenere il maggior numero di eurodeputati è il Rassemblement national (RN) di Marine Le Pen. Fa parte del gruppo anche il Partito per la Libertà anti-immigrazione guidato in Olanda da Geert Wilders e per l’Italia La Lega Nord.

Chi è Marine Le Pen

Figlia di Jean-Marie Le Pen, ex paracadutista ed esponente politico dell’ultradestra, Marine Le Pen dopo aver esercitato la professione di avvocato fino al 1998, muove i suoi primi passi in politica nel partito del padre, che nel 1972 aveva fondato il Front National ispirandosi al Movimento Sociale italiano. Nel 2004 Marine Le Pen è stata eletta una prima volta europarlamentare, confermata poi nel 2009 e nel 2014. Nel 2011 rompe con il padre e prende in mano le redini del Front National, diventandone presidente e inaugurando un nuovo corso per la destra estrema francese. Nel 2012 si è candidata all’Eliseo arrivando terza alle spalle di François Hollande  e Nicolas Sarkozy. Front National è ora diventato Rassemblement National.

Alleanza europea delle Nazioni e delle Libertà

Dall’Europa delle Nazioni e delle Libertà all’Alleanza europea delle Nazioni e delle Libertà, Eapn European Alliance of People and Nation.  I partiti facente parte dell’Enf oggi entrano nel nuovo gruppo Eapn.

Noi qui oggi siamo quattro rappresentanti di partiti europei che vogliono cominciare a lavorare per la costituzione di un nuovo gruppo europeo dopo le elezioni europee del 26 maggio. Questo gruppo parlamentare ha il nome di “Alleanza europea delle Nazioni e delle Libertà, Eapn European Alliance of People and Nation”.

Così nei giorni scorsi Jorg Meuthen, portavoce federale dell’Afd durante la conferenza internazionale organizzata dalla Lega di Matteo Salvini a Milano ha annunciato la nascita di un nuovo gruppo.

“Oggi dichiariamo di fronte a voi la chiara intenzione di costituire questo nuovo gruppo parlamentare. Oggi era importante per noi gettare il primo punto per questo nuovo progetto pubblicamente. In questa casa ci saranno molti nuovi abitanti”. “In questa composizione di oggi abbiamo partiti rappresentanti dei tre gruppi di destra che oggi siedono nel Parlamento. Da oggi vogliamo dimostrare che le forze patriottiche e di destra hanno intenzione di non frammentarsi nel parlamento europeo ma di procedere insieme con uno stesso scopo, vale a dire rivedere tutta la politica europea che oggi provoca danni a tutti i cittadini europei”.

Alla presentazione del nuovo soggetto politico a Milano oltre a Salvini erano presenti anche altri esponenti populisti europei: Olli Kotro della Finalandia, Jorg Meuthen (AfD – Alternative für Deutschland) e Anders Vistisen(DPP – Danish People’s Party).

Sebbene fossero solo in quattro i rappresentanti delle forze politiche aderenti all’EAPN, il portavoce di AfD ha parlato di almeno dieci partiti che ne prenderanno parte tra cui tutti gli attuali membri dell’ENF, come il Rassemblement National di Marin Le Pen e il Partito della Libertà Austriaco (FPÖ – Freiheitliche Partei Österreichs). In dirittura d’arrivo anche gli spagnoli di VOX. Sotto il motto ‘i popoli rialzano la testa’, obiettivo dichiarato del gruppo è sovvertire gli equilibri all’interno del Parlamento Europeo.