Effetto Grecia vince sul QE. Da lancio bazooka rischio bond Italia e Spagna in rialzo

20 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – I timori sul futuro della Grecia vincono sugli effetti del QE, il programma di acquisto di titoli di stato dell’Eurozona annunciato dalla Bce lo scorso 22 gennaio, e partito ufficialmente il 9 marzo.

Da allora, tuttavia, nel braccio di ferro tra la Bce (tesa a migliorare la fiducia dei mercati) e tra le preoccupazioni sull’effetto domino della crisi greca, hanno “vinto” queste ultime.

In particolare, il rischio legato ai bond italiani e spagnoli è balzano di 15-20 punti base dall’avvio del QE. La Borsa di Atene è in calo -15%. Bene invece l’azionario tedesco, +3,1%.

L’effetto QE si vede ancora in Germania, sui titoli di stato, visto che i rendimenti dei Bund a 10 anni collassanno al minimo record dello 0,17%, a fronte di tassi omologhi greci che schizzano ai valori massimi della crisi.

Chi sta beneficiando maggiormente del QE? Sembra proprio la Germania. Proprio quella che, tramite i continui rimproveri del presidente della Bundesbank Jens Weidmann al numero uno della Bce Mario Draghi, non ha fatto altro che strepitare prima, mentre e sicuramente anche dopo il programma straordinario di acquisto di titoli di stato. (Lna)