Economia circolare, MacArthur: “In Italia passi importanti”

29 Ottobre 2018, di Alberto Battaglia

“Quando sei a 2.500 miglia dalla città più vicina, cominci davvero a capire che tutte le risorse che hai intorno a te sono destinate a finire, che sono tutto quello che hai: poi basta”. Il mondo, alla fine, non è diverso dalla barca a vela a bordo della quale Ellen MacArthur stabilì il record di circumnavigazione del pianeta. A 13 anni da quell’impresa, la ora 42enne MacArthur è ormai nota come una delle principali sostenitrici dell’economia circolare. Intervistata dall’Agi, la britannica ha spiegato l’importanza di ripensare un modello economico che preveda all’origine il riutilizzo delle risorse.
“La circolarità permette la creazione di un sistema di recupero e rigenerazione attraverso il design, l’innovazione, attraverso modelli di business diversi, la gestione dei rifiuti e dell’inquinamento”, ha spiegato MacArthur, “dalla finanza, alla rigenerazione dei prodotti, alle grandi produzioni industriali, dai servizi alla produzione di materiali, di vestiti, di packaging, all’industria alimentare: tutti questi settori sono interessati a un’economia circolare”. Prevedendo il recupero, è possibile superare il modello di transizione alle energie pulite introducendo il principio del risparmio energetico tout court: “con la rigenerazione dei prodotti si avrà  una riduzione dei  materiali dell’80% e servirà l’80% di energia in meno, soltanto guardando questo settore. Si tratta di cambiare l’intero sistema e quindi anche la domanda di energia”.

 
La velista ha poi espresso il suo parere sull’impegno italiano in questo ambito: “L’economia deve diventare rigenerativa e i prodotti disegnati per durare a lungo: è una questione di design, e l’Italia fa design. Il governo ha fatto passi importanti con il documento sull’economia circolare che ha coinvolto università e attori dell’economia italiana e poi ci sono iniziative come la piattaforma di 5 miliardi che Intesa Sanpaolo ha destinato a sostenere le imprese che vogliono investire nell’economia circolare: una grande opportunità ”. Il vantaggio che produrrà tutto questo sforzo? “Avere un’economia che funziona a lungo termine”, ha risposto MacArthur, sostenendo che “l’economia lineare è un rischio gigantesco: le risorse sono in esaurimento e la popolazione mondiale in crescita. Non possiamo continuare a spremere quello che c’è in modo lineare”.