Ecco quando e chi sono i robot che ci ruberanno il lavoro

18 Agosto 2017, di Mariangela Tessa

Siete preoccupati che il vostro lavoro possa essere presto soppiantato da quello di un robot? Per gli esperti dell’intelligenza artificiale,  questo momento rischia di arrivare prima delle attese.

Secondo un sondaggio condotto da un gruppo di ricercatori dell‘Università di Oxford, che ha sentito 352 esperti, nel prossimo decennio, l’intelligenza artificiale sostituirà il lavoro umano soprattutto in settori quali le traduzioni (entro il 2024), redazione di tesine per le scuole superiori (entro il 2026) e la guida di camion (entro il 2027).

Per i robot ci vorrà invece più tempo per svolgere meglio degli esseri umani lavori come quelli legati alla vendita al dettaglio (entro il 2031), nella scrittura di romanzi best seller (dal 2049) o nella chirurgia (dal 2053).

Gli esperti sentiti dal gruppo di ricercatori di Oxford, ritengono inoltre che tutti i lavori verranno completamente automatizzati nei prossimi 120 anni. Mentre secondo un rapporto del Word Economic Forum, entro il 2020 verranno persi  5 milioni di posti di lavoro.

Tutto questo mentre un numero crescente di esperti ha espresso preoccupazione per l’impatto dell’automazione della forza lavoro sull’umanità. Tra questi il cosmologo Stephen Hawking, che ha già riconosciuto nel fenomeno un “acceleratore della disuguaglianza economica già in espansione in tutto il mondo”.