Mercati

Due triangoli interessanti su due coppie valutarie, scopri quali

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Ieri la FED ha rilasciato il classico verbale della riunione di inizio maggio, lasciando sorpresi parecchi investitori compreso il sottoscritto. Leggendolo, non sono più sicuro di due rialzi in quest’anno solare, visti gli “scontri” all’interno della Federal Reserve.

Dopo il verbale cosa è successo sui mercati?

Video Analisi

Analisi

Quest’oggi ho voluto analizzare nella video analisi riportata qui sopra le seguenti valute/materie prime:

  • EUR/CAD
  • USD/JPY
  • EUR/CHF
  • GOLD

Partendo dal primo cross ovvero il cambio euro dollaro canadese, puoi notare come il prezzo nelle ultime ore di mercato abbia rotto con decisione (grazie anche ai dati sulle scorte di petrolio greggio) la trend line ascendente tracciata a partire da metà aprile di quest’anno. Prima di effettuare eventuali ingressi sul mercato, aspetterei un ritracciamento un po’ più approfondito per poi posizionare un eventuale ingresso sui minimi relativi.

Scenario che sarebbe completante invalidato se il prezzo dovesse tornare al di sopra della resistenza dinamica citata poc’anzi.

Passando al cross USD/JPY, puoi notare come si sia venuto a formare un classico triangolo simmetrico. Il prezzo al momento, dopo aver rimbalzato sul supporto dinamico si sta avvicinando nuovamente alla resistenza dinamica.

In questo caso gli scenari possono essere principalmente due:

  • Rottura al rialzo
    • Primo step sarebbe area 114.63
    • Secondo step area 115.77
  • Rottura al ribasso:
    • Primo step 110.040
    • Secondo step 108.31

Quindi prima di effettuare qualsiasi operazione, aspettiamo le rotture riportate qui sopra.

Sul cambio euro franco svizzero abbiamo una situazione analoga a quella trovata sul cambio dollaro yen. Infatti anche in questo caso, se il prezzo dovesse rompere al rialzo la resistenza dinamica ci proietteremmo in area 1.09540, mentre se invece, questo cross valutario rompesse al ribasso il supporto dinamico allora il primo step sarebbe area 1.08660. Il secondo step ribassista potrebbe essere (ma non è assolutamente impossibile), la chiusura del gap di liquidità che si è venuto a formare con elezioni francesi qualche settimana fa.

E infine vado a concludere questa analisi con una delle materie prime più importanti per il mercato, ovvero l’oro. Qui abbiamo una situazione incerta sia da un punto di vista fondamentale e sia da un punto di vista grafico. Al momento il prezzo ha rotto e sta rimbalzando sul supporto/resistenza in area 1256.00 dollari l’oncia, ma se riuscisse a rompere area 1263.00 allora questa materia prima potrebbe continuare la sua ascesa.

Se invece rompesse nuovamente al ribasso il S/R citato poc’anzi, allora torneremmo nel macro canale compreso tra i 1235.00 (supporto) e i 1256 (resistenza) dollari l’oncia.

Quindi sulla maggior parte delle valute e su questa materia prima non ci resta che aspettare e vedere come evolverà la situazione.