Draghi, mr. excusatio: “L’euro è irreversibile”

10 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

WASHINGTON (WSI) – L’euro e’ irreversibile: chi credeva che sarebbe fallito durante la crisi si sbagliava. Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, sottolineando come la moneta unica sia ”irreversibile perche’ nata dall’impegno dei Paesi europei verso una piu’ stretta integrazione”.

”L’unione bancaria puo’ giocare un importante ruolo nel rompere il circolo vizioso che c’e’ in Europa fra le banche e i debiti sovrani”: lo afferma il presidente della Bce, Mario Draghi, intervenuto all’Harvard Kennedy School di Cambridge, negli Usa.

“La necessità dell’unione bancaria è emersa con la frammentazione della zona euro”, zona che però, ha spiegato Draghi, dalla crisi è uscita “più solida”, dimostrando che “l’euro è irreversibile”. “Ora si avvii l’unione bancaria, ulteriore passo in avanti verso l’integrazione”, ha concluso il presidnete della Bce.