Dogecoin: prima di comprare ecco tre cose utili da sapere

10 Maggio 2021, di Alessandra Caparello

E’ la criptovaluta del momento con performance stratosferiche. Stiamo parlando di Dogecoin, la valuta digitale nata per scherzo, meme di un cane Shiba Inu e che ora vale ai record di circa 55 centesimi.
Ma chi ha intenzione di addentrarsi in questo investimento è bene che sappia alcune cose come indica un post dell’emittente Cnbc.

Sospettare che sia una bolla non aiuterà

La maggior parte degli investitori sa che una bolla finanziaria è ciò che accade quando il prezzo di un bene supera di gran lunga il suo valore reale. E chi sta pensando di comprare Dogecoin probabilmente sa che il costo del token digitale, che è aumentato di oltre il 12,000% nel corso dell’anno, non è sostenuto da molto di più che dalla speranza che continuerà a diventare più costoso. Una speculazione è ciò che alimenta una bolla.

“Le persone comprano beni anche quando sanno che sono sopravvalutati, e questo perché si aspettano che i prezzi vadano ancora più in alto”, ha detto Bruce Mizrach, professore di economia alla Rutgers School of Arts and Sciences.  “Tutti credono di poterne uscire prima che la bolla scoppi”. “Quando la maggior parte degli investitori individuali entra in un investimento in aumento, spesso è troppo tardi”, ha detto Kent Baker, professore di finanza all’American University. Ma questo non deve bloccare la voglia di investire.

La FOMO può ritorcersi contro

Tante le storie di persone diventate ricche con il Dogecoin, persone che hanno anche acquistato immobili grazie alla criptovaluta. Come si può non provare la paura di FOMO, acronimo di «fear of missing out», cioè la paura di essere tagliati fuori? Gli investitori spesso cadono preda del pregiudizio sociale nel senso che fanno quello che fa la folla, credendo che tutti gli altri sanno più di loro. “In generale, tali investitori si sbagliano su entrambi i fronti”, ha detto il professore Kent Baker.
In realtà, le altre persone che sono “nella folla,” credono le stesse cose che pensiamo noi quindi la paura di rimanere fuori è priva di fondamento.

Dogecoin: non si può conoscere il suo valore reale

Cercare di capire la valutazione fondamentale di un asset digitale è “molto difficile”, ha detto Mizrach. Con la maggior parte delle azioni, si può almeno ottenere un rapporto prezzo-utili, che tdice cosa gli investitori sono disposti a pagare per una società per ogni dollaro dei suoi guadagni. Questa cifra può aiutare a determinare se un’azienda è sopravvalutata o sottovalutata.

Ma con il Dogecoin siamo al buio. “L’aumento delle criptovalute ricorda le prime fasi della bolla internet”, ha detto Mizrach. Essendo così nuovo, c’è anche confusione su come comprare e vendere criptovalute, come mantenere i token sicuri da perdite e attacchi hacker e come funzionano le tasse. Considerando tutta questa incertezza, gli esperti dicono che le persone non dovrebbero investire in dogecoin più di quanto possano permettersi di perdere.
“I rendimenti attesi più alti arrivano con rischi attesi più alti”, ha detto Baker. “I prezzi delle criptovalute sono altamente volatili, il che significa che sono altamente rischiosi”.