Decreto legge Irpef: passa la fiducia al Senato, ora Camera

5 Giugno 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI9 – Passa al Senato la fiducia sul decreto Irpef, con 159 sì, 112 no e nessun astenuto. Il testo passa ora alla Camera.

_______________

ROMA (WSI) – Il governo ha posto la fiducia su un maxiemendamento interamente sostitutivo del decreto Irpef. A prendere la parola, nell’Aula del Senato, il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi.

Il maxiemendamento, ha precisato Boschi, “recepisce le modifiche” delle commissioni Bilancio e Finanze.

Il presidente di turno, Roberto Calderoli, ha trasmesso alla commissione Bilancio il testo per l’analisi sui “profili di copertura” e ha convocato la conferenza dei capigruppo” di Palazzo madama per stabilire i tempi. (TMNEWS)

_______________________

ROMA (WSI) – Il dl Irpef – il provvedimento che assegna ai redditi inferiori ai 1.500 Euro un bonus di 80 Euro – è all’esame finale del Senato per la conversione in legge. Palazzo Madama tornerà a riunirsi giovedì mattina alle 9.30. “Il governo porrà la fiducia” su un maxiemendamento sostitutivo del testo del decreto, come annuncia il sottosegretario ai rapporti col Parlamento Luciano Pizzetti. E sarà la titolare del dicastero, Maria Elena Boschi, a darne l’annuncio in Aula.

Niente allargamento del bonus fiscale alle famiglie monoreddito con figli – Il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano ha premuto molto perché anche le famiglie monoreddito con tre figli a carico rientrassero nella platea dei beneficiari del bonus. Nella maggioranza si è raggiunto un sostanziale compromesso che rinvia la loro inclusione al 2015.

Al riguardo, il testo è stato così riformulato: “saranno prioritariamente previsti interventi di natura fiscale che privilegino, con misure appropriate, il carico di famiglia e, in particolare, le famiglie monoreddito con almeno due o più figli a carico”.

In definitiva, in attesa della legge di stabilità 2015, la platea dei destinatari del bonus resta quella dei lavoratori e il provvedimento conserva la propria natura di “taglio al cuneo fiscale”. Non è escluso che dal prossimo anno, il bonus sia esteso anche ai pensionati. (Rainews)