Debito pubblico è aumentato di altri 20 miliardi a nuovo record

14 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato a maggio di 20 miliardi, raggiungendo il nuovo massimo di 2.166,3 miliardi. Lo comunica la Banca d’Italia.

L`incremento – spiega Via Nazionale – riflette per 5,5 miliardi il fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche e per 14,9 miliardi l`aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (pari a fine maggio a 92,3 miliardi; 62,4 a maggio 2013); l`emissione di titoli sopra la pari, l`apprezzamento dell`euro e gli effetti della rivalutazione dei BTP indicizzati all`inflazione (BTPi) hanno contenuto l`incremento del debito per 0,4 miliardi.

Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, il debito delle Amministrazioni centrali è aumentato di 20,9 miliardi, quello delle Amministrazioni locali è diminuito di 0,9 miliardi; il debito degli Enti di previdenza è rimasto sostanzialmente invariato.

Le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state a maggio pari a 31 miliardi, in aumento del 2,9 per cento rispetto allo stesso mese del 2013. Lo comunica la Banca d’Italia.

Nei primi cinque mesi dell`anno le entrate sono cresciute dell`1,6 per cento (2,2 miliardi); tenendo conto di una disomogeneità nella contabilizzazione di alcuni incassi, le entrate tributarie sono aumentate solo lievemente.

(Ansa-TMNews)