Debito: FMI, imparata lezione da Argentina e Grecia

23 Maggio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Dopo le cause vinte dai creditori in Argentina e Grecia, il Fondo Monetario Internazionale sta studiando una clamorosa svolta nel metodo da seguire per gestire i piani di aiuto per impedire eventuali default del debito sovrano.

Le trattative includono la rischiesta agli obbligazionisti di accettare una ristrutturazione della scadenza del debito, nell’ambito dei piani di aiuto esterni.

Alla fine della settimana, quando le proposte verranno pubblicate, se ne sapra’ di piu’, tuttavia e’ difficile che venga rispolverata l’idea di un meccanismo legale di gestione dei default sovrani.

Intanto la Commissione Europea e’ intenzionata a rendere piu’ partecipi gli investitori negli accordi che stabiliscono i termini con i quali vengono concessi aiuti statali alle banche europee.

Per le nuove norme, le autorita’ prenderanno il piano di salvataggio delle banche spagnole come punto di partenza del metodo da utilizzare perche’ azionisti e obbligazionisti contribuiscano agli aiuti, prima che i fondi pubblichi vengano iniettati nelle vene degli istituti di credito bisognosi.

Le nuove linee guida europee potrebbero essere gia’ pronte quest’estate.