Crolla numero nuove banche Usa, a rischio credito a piccole imprese

26 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Mai da cinquant’anni a questa parte il tasso di nascita di nuove banche negli Stati Uniti è stato così basso. Lo dicono in un report ripreso dal Wall Street Journal i ricercatori della Federal Reserve Bank di Richmond, secondo cui questo fenomeno potrebbe ridurre la disponibilità di credito alle piccole imprese.

Secondo il report, il ritmo con cui sono state create in Usa nuove banche è scivolato da una media di circa 100 all’anno nel 1990 a circa tre a partire dal 2010. “Il crollo nella creazione di nuove banche non ha precedenti negli ultimi 50 anni e potrebbe avere importanti ripercussioni economiche”, dice il rapporto.

“In particolare, tale calo riduce in modo significativo il numero di banche regionali, perché la maggior parte dei nuovi istituti di credito inizia le attività mostrando dimensioni piccole e privilegiando le attività a livello locale”, dicono gli autori della ricerca. “Dal momento che le piccole banche hanno un vantaggio comparato nei prestiti alle piccole imprese, il loro declino potrebbe pregiudicare il sistema del credito per diversi settori dell’economia”. (mt)