CRISPR CopyFund: il nuovo modo di investire nella tecnologia che sta rivoluzionando la medicina

8 Febbraio 2018, di Redazione Wall Street Italia

Di tanto in tanto appare una nuova tecnologia potenzialmente capace di cambiare il mondo. Dagli albori fino alla moderna tecnologia “blockchain”, alcuni progressi tecnologici sono stati in grado di plasmare il mondo e ne hanno determinato un cambiamento. Naturalmente, al giorno d’oggi ciascuno di questi progressi rappresenta una reazione in ambito finanziario: i mercati globali, infatti, reagiscono, adattandosi ed investendo in queste nuove tecnologie. Questo è il caso di CRISPR, che sta rivoluzionando il mondo della biotecnologia.

Per semplificare, CRISPR consente ai professionisti del settore medico di “modificare” il DNA di una persona, eliminando le malattie genetiche e persino modificandone le caratteristiche fisiche. Una vera e propria rivelazione che sta suscitando grande interesse da parte dei mercati finanziari, poiché viene considerato dagli investitori come un’opportunità interessante di crescita a lungo termine.

Tuttavia, quando si tratta di investire in un segmento di mercato, non è sempre facile scegliere e gestire i propri investimenti. È necessario familiarizzare con il settore, rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie e sviluppi, gestire i rischi e rimodellare costantemente il proprio portafoglio. Perciò, in eToro, è stato creato CRISPR CopyFund: un portafoglio di investimento tematico gestito, diversificato e a lungo termine.

Il CRISPR CopyFund contiene azioni di società di diversi campi in ambito tecnologico, da società di ricerca, impegnate nello sviluppo di metodi per implementare la tecnologia nella medicina moderna, a società di dispositivi medici, volte alla creazione di strutture utili a testare queste nuove tecnologie. Il peso di ciascuna società all’interno di CRISPR CopyFund è ripartito in modo uniforme e viene riequilibrato periodicamente. Ecco alcune delle principali società all’interno del CopyFund:

  • Editas Medicine – Società americana pronta per testare clinicamente la tecnologia CRISPR con l’obiettivo di trattare una patologia rara conosciuta come l’Amaurosi Congenita di Leber, una malattia genetica che causa cecità.
  • Agilent Technologies – In precedenza una divisione di HP. Agilent si focalizza sullo sviluppo di software e strumenti analitici per laboratori di tutto il mondo. La società è un attore di primo piano nel campo CRISPR, crea strumenti diagnostici e collabora con aziende che conducono ricerche sul gene editing.
  • Sangamo Therapeutics – Con oltre 20 anni di esperienza nella terapia genica, Sangamo sta lavorando su diversi trattamenti per varie malattie come ad esempio la terapia genetica che potenzialmente potrebbe rendere le persone immuni al virus dell’HIV.
  • Merck – Terzo produttore mondiale di farmaci che opera nel campo CRISPR. La società ha sviluppato vari strumenti per il gene editing, come le “forbici per DNA”, che consentono di rimuovere e sostituire i segmenti di DNA.
  • Cellectis – Società francese che utilizza la tecnologia di gene editing per lo sviluppo di trattamenti contro il cancro. La tecnologia Cellectis utilizza CRISPR per modificare le cellule T di donatori sani in modo che non vengano rifiutate dal corpo del ricevente, venendo quindi reintrodotte nel corpo del paziente ed iniziando ad attaccare e distruggere le cellule leucemiche.

Come investire in CRISPR

Il CRISPR CopyFund potrebbe essere uno dei modi più semplici per investire in un paniere di azioni di società che contribuiscono allo sviluppo di questa rivoluzionaria tecnologia. Il CRISPR CopyFund ha generato rendimenti superiori al 40% nel 2017. Investire nel CopyFund è molto semplice e può essere fatto in solo pochi clic. Se desideri partecipare a questa rivoluzione biotecnologica che sta plasmando il futuro della medicina, valuta l’opportunità di investire nel CRISPR CopyFund.

Investi nel CRISPR CopyFund

Il tuo capitale è a rischio. Le prestazioni passate non sono indicative per i risultati futuri. I dati presentati sono inferiori a cinque anni e potrebbero non essere sufficienti come base valida per prendere una decisione d’investimento. I dati presentati sono al 13 dicembre 2017, per i dati aggiornati consultare la pagina del CopyFund. Questo non è un consiglio d’investimento. Trading in CFD.