Criptovalute: USDD scende a $0,97, stesso rischio di TerraUSD?

13 Giugno 2022, di Gianmarco Carriol

Sebbene il mercato non si sia ancora completamente ripreso dall’assalto causato dal depeg di TerraUSD (UST), un altro progetto di stablecoin mostra segni di sofferenza, provocando timori e speculazioni all’interno della comunità.

Lunedì il prezzo di USDD è sceso a $0,97 sulle principali piattaforme di trading di criptovalute. Per questo motivo, il mercato ha iniziato a tenere d’occhio il progetto con il timore che il progetto seguisse le orme di Terra (LUNA). CurveSwaps, un bot che monitora i grandi trasferimenti di asse , ha segnalato che $1 milione di USDD è stato recentemente scambiato con 997.339 Tether (USDT).

D’altra parte, la piattaforma di analisi blockchain Nansen ha anche rilevato che uno dei fondi che ha capitalizzato il depeg UST ha iniziato a trasferire attivamente quantità maggiori di USDD e altre stablecoin.

Osservando i dati relativi alla collateralizzazione di USDD, il ricercatore Resdegen ha affermato che, considerando il supporto della stablecoin, USDD è garantito solo per il 92%; senza considerare Tron (TRX), il rapporto scende al 73%.

In risposta alle “condizioni estreme di mercato”, la Tron DAO Reserve ha recentemente annunciato di aver ricevuto 700 milioni di USD Coin (USDC) per difendere il peg USDD. Con questo in gioco, il team dietro la stablecoin ha spiegato che il rapporto di collateralizzazione di USDD è ora aumentato al 300%.

A maggio, anche il peg USDT-dollaro ha mostrato segni di oscillazione, poiché la stablecoin è stata scambiata al di sotto di $0,99 su alcuni exchange. Tuttavia, Paulo Ardoino, il chief technology officer di Tether, ha assicurato agli utenti che, a differenza di altre stablecoin, il progetto detiene un “portafoglio forte, conservatore e liquido”, spiegando che sono in grado di mantenere l’ancoraggio al dollaro di USDT.