Crac Lehman Brothers: dieci anni dopo la grande crisi tornano i mutui subprime

26 Luglio 2019, di Alessandra Caparello

Nell’agosto del 2007, più di dieci anni fa, la crisi dei mutui subprime che sconvolse il mondo provocando una crisi economica e finanziaria che dagli States si spostò in Europa con conseguenze che ancora oggi si fanno sentire. Una crisi finanziaria, innescata dalla crisi dei mutui subprime, ossia quei mutui sottoscritti da persone con un basso merito di credito, perciò ad alto rischio di insolvenza. Una storia che potrebbe ripetersi come emerge da un articolo di Zerohedge.

Waterstone Mortgage Corporation, istituto di credito statunitense con sede in Wisconsin e licenze in 48 stati, ha annunciato un programma per l’erogazione di prestiti a clienti che non hanno  alcun punteggio di credito (credit score). Utilizzando i dati del Consumer Financial Protection Bureau, Waterstone Mortgage sostiene che ci sono 45 milioni di adulti americani che non hanno un punteggio di credito o hanno una storia di credito limitata o obsoleta.

Ciò significa che circa il 18% della popolazione americana adulta è a “credito invisibile”, il che significa che hanno una storia di credito limitata o inesistente. Il programma lanciato da Waterstone si chiama “Non-Traditional Credit Program” e utilizzerà altri indicatori della storia finanziaria di un potenziale mutuatario, come le bollette del telefono cellulare, l’affitto, i servizi di pubblica utilità e i premi assicurativi per valutare l’erogazione di un prestito.

“Un credit score è certamente molto utile per determinare la capacità di un acquirente di pagare il mutuo, ma altri indicatori di pagamento – come le bollette che devono essere costantemente pagate in misura piena e in tempo – possono essere estremamente significativi”.

Così Kim Newby, Waterstone Mortgage senior vice president of investor relations and product development che spiega come funziona il programma.

“Il “Non-Traditional Credit Program” è ideale per i mutuatari che utilizzano solo contanti o assegni regolarmente. Ma è stato progettato anche per coloro che hanno avuto carte di credito o prestiti in passato, ma che non hanno utilizzato il credito in più di due anni. Inoltre, gli immigrati recenti che non hanno ancora stabilito un credit score negli Stati Uniti potrebbero beneficiare di questo programma, così come giovani adulti e neolaureati che stanno appena iniziando a costruire il loro credito”.

Dieci anni dopo il crollo della Lehman Brothers, le banche e gli istituti di credito ancora una volta stanno scommettendo sullo stesso tipo di prestiti che ha fatto crollare l’economia di mezzo mondo portando ad una raffica di salvataggi di emergenza senza precedenti. Come scrive Zerohedge:

La possibilità che offre Waterstone e a chi non ha una storia di credito di acquistare una casa in un’economia che si dirige verso il basso e verso quindi una possibile recessione è una ricetta per il disastro.