Corte costituzionale nega sovranità Catalogna

26 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – La corte costituzionale spagnola ha dichiarato illegittima la dichiarazione di sovranità approvata dal Parlamento catalano il 23 gennaio del 2013, in particolare il primo paragrafo in cui si proclama il popolo catalano come “soggetto politico e giuridico sovrano”. La decisione è stata adottata all’unanimità dai membri della Corte costituzionale nel primo giorno del dibattito in seduta plenaria.

Secondo fonti giuridiche citate dai media, l’Alta Corte lascia la porta aperta a una riforma costituzionale che consenta l’esercizio del ‘diritto a decidere’, dal momento che considera il resto della dichiarazione, incluso il riferimento alla celebrazione di un referendum sul futuro politico in Catalogna, conforme alla legge. Per cui ammette solo parzialmente il ricorso di costituzionalità, che era stato presentato dal governo di Rajoy.

La dichiarazione di sovranità era stata approvata con 85 voti a favore di CiU, Erc, ICV e Cup e 41 contrari di Psc, PP e Ciutadans. Due deputati di Cup si astennero e due del PP erano assenti dalla votazione. La decisione dell’alta Corte lascia senza effetti i ricorsi di ricusazione contro alcuni magistrati dell’alto tribunale, che erano stati presentati oggi da parte del Parlamento catalano. (ANSA)