Coronavirus: vertice G7 delude, nessuna misura concreta

3 Marzo 2020, di Massimiliano Volpe

Nessuna azione immediata da parte delle banche centrali e dei Paesi del G7 per contrastare gli effetti negativi sull’economia e sui mercati del coronavirus. E’ quello che emerge dal comunicato diramato dal G7 dopo il vertice di di emergenza che si è tenuto in tarda mattinata.

Dalla teleconferenza tra i ministri finanziari del G7 e i governatori delle banche per discutere le misure da prendere è emersa solo una dichiarazione di ampia disponibilità alla collaborazione e la volontà delle banche centrali di sostenere la stabilità dei prezzi e la crescita.
Inoltre le principali economie mondiali si dichiarano pronte a usare tutti gli strumenti necessari per rispondere al rischio di una recessione globale compreso il ricorso a strumenti fiscali.

“Oltre a rafforzare gli sforzi per espandere i servizi sanitari, i ministri delle finanze del G7 sono pronti ad agire, adottando misure fiscali laddove siano appropriate, per dare un aiuto alla risposta contro il virus e per sostenere l’economia in questa fase. Le banche centrali dell’area G7 continueranno a rispettare i loro mandati, a sostegno della stabilità dei prezzi e della crescita economica, assicurando la resilienza del sistema finanziario”.

Dal comunicato si legge poi che “Accogliamo con favore il fatto che il Fondo monetario internazionale, la Banca Mondiale e altre istituzioni finanziarie internazionali siano pronti ad aiutare i Paesi membri ad affrontare la tragedia umana e la sfida economica rappresentata da COVID-19 attraverso l’uso dei loro strumenti disponibili nella massima misura possibile”.

Nel comunicato finale mancano però i riferimenti a misure immediate e concrete già pronte a diventare efficaci.

Da evidenziare che questa mattina la Banca centrale australiana ha tagliato il tasso d’interesse ufficiale di un quarto di punto al minimo storico dello 0,5%, nel tentativo di proteggere l’economia dalle conseguenze del coronavirus.

Nel frattempo i contatti tra i diversi Paesi coinvolti nel contagio proseguono. Domani, mercoledì 4 marzo, sempre in teleconferenza si terrà una pre-riunione dell’Eurogruppo, che si riunirà il prossimo 16 marzo, alle quali parteciperà il nostro Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri.