Coronavirus: lunedì Piazza Affari aperta, no ipotesi chiusura

8 Marzo 2020, di Massimiliano Volpe

Lunedì mattina il listino milanese dovrebbe aprire gli scambi regolarmente. Parola dell’amministratore delegato di Borsa Italiana Raffaele Jerusalmi.

Jerusalmi ha così risposto alle richieste formulate dai parlamentari Matteo Renzi e Giorgia Meloni che proponevano di bloccare le contrattazioni per evitare una eccessiva volatilità del listino milanese.
“Prendere le misure necessarie per la nostra economia, a cominciare, probabilmente domani da tener chiusa la borsa“ così Matteo Renzi in un video postato su Facebook.

Secondo quanto riportato dall’Huffington Post per Jerusalmi “C’è un panico ingiustificato: le misure adottate dal Governo servono per evitare un sovraccarico dei nostri ospedali e un crollo del sistema sanitario. Questo è tutto” mentre operativamente Borsa Italiana ha un “business continuity plan”.
Non c’è motivo di aspettarsi che gli scambi non continuino come al solito e il mercato italiano è già sceso in proporzione all’impatto del virus” ha dichiarato il manager.

Nell’ultima seduta di venerdì Piazza Affari ha chiuso le contrattazioni con un calo del 3,4% portando il saldo mensile ad un rosso del 15%.