Corea del Nord lancia test nucleare. Riunione di emergenza all’Onu

12 Febbraio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA – L’allarme era tornato qualche settimana fa, quando la Corea del Nord aveva detto chiaramente che avrebbe proceduto a un nuovo test nucleare, sfidando gli Stati Uniti e definendoli “nemici giurati”. Detto, fatto: Pyongyang ha confermato di aver effettuato con “pieno successo” un test nucleare, utilizzando cariche ‘miniaturizzate’ ad alto potenziale.

Disposta per oggi una riunione di emergenza al Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Seoul parla dell’esplosione di un ordigno di almeno 10 kiloton, mentre Tokyo ha reagito con la costituzione di una task force per cercare di fare chiarezza. Cina e Stati Uniti erano stati già avvertiti ieri sulle intenzioni della Corea del Nord.

Il test nucleare ha prodotto un sisma artificiale alle 11:57 ora locale (le 3:57 in Italia) nei pressi di Punggye-ri, dove è stato effettuato il test, di magnitudo 4,9.

Intanto l’agenzia di controllo sui test nucleari con sede a Vienna, la Comprehensive Nuclear Test Ban Treaty Organisation (Ctbto), ha commentato in una nota che il test “costituisce una chiara minaccia per la pace e la sicurezza internazionali”.

“I satelliti e i missili a lunga gittata che noi continueremo a lanciare e i test nucleari di alto livello che faremo sono rivolti al nostro nemico giurato, gli Stati Uniti”, aveva annunciato la Commissione di difesa nazionale nordcoreana, lo scorso 24 gennaio. “La disputa con gli Stati Uniti si risolve con la forza, non con le parole”.