COPYRIGHT, FARNESINA FIRMA ACCORDO CON OMPI

10 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 10 set – Il ministro degli Esteri, D’Alema, ha incontrato oggi alla Farnesina il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale delle Proprietà Intellettuale (OMPI), Kamil Idris. Al centro del colloqui la difesa dei diritti dei brevetti, dei marchi e del disegno industriale, la diffusione della cultura della Proprietà intellettuale, la tutela dei diritti d’autore e delle Indicazioni Geografiche, la lotta alla contraffazione ed alla pirateria. Kamil Idris ha rigraziato D’Alema per il ruolo di primo piano svolto dall’Italia negli ultimi anni presso l’Agenzia ONU di Ginevra. L’Italia, oltre ad essere uno dei maggiori contributori al bilancio dell’OMPI, è fra i principali Paesi utilizzatori dei sistemi di registrazione di brevetti e marchi internazionali da essa amministrati. Al termine dei colloqui, è stato firmato l’Accordo bilaterale Italia-OMPI in materia di protezione dei diritti di Proprietà Intellettuale e della lotta alla contraffazione ed alla pirateria, che definisce la cornice istituzionale delle attività italiane in materia di Proprietà Intellettuale. L’Accordo prevede l’istituzione di un Fondo fiduciario italiano presso l’OMPI, con contributi da parte delle istituzioni pubbliche, nonché da parte di istituzioni ed enti privati. I programmi e le attività che verranno realizzati saranno concordati fra le due parti e si concentreranno soprattutto nel campo della formazione, della promozione dell’innovazione e della lotta alla contraffazione e pirateria. Alla firma dell’Accordo era presente anche il presidente della Siae, Giorgio Assumma. “La pirateria – ha detto – è una forma di inciviltà sociale che si è diffusa pericolosamente in tutto il mondo. E’ importante che la lotta a questa forma di inciviltà sia combattuta a livello internazionale”.