Controlli capitali e prelievo forzoso: tutto per aumentare tasse

24 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Decisioni “idiote” – tra cui la confisca diretta dei conti bancari dei cittadini – adottate dalle autorità mondiali e la convinzione in base alla quale “in tempi disperati c’è bisogno di ricorrere a rimedi altrettanto disperati”.

Tra questi, il controllo di capitali, che ha ricevuto il tacito plauso della Bce e del Fondo Monetario Internazionale.

Un editoriale che circola su diversi siti americani spiega la situazione che il mondo sta vivendo, con la complicità anche degli economisti, inclusa quella del Premio Nobel per l’economia Paul Krugman, che ha commentato la posizione dell’Fmi lodando la “sorprendente flessibilità intellettuale” dell’istituto.

L’Fmi è andato poi oltre, propondendo una patrimoniale globale. Parole come confisca e controlli di capitali sono state pronunciate anche da altri due economisti di fama mondiale, Carmen Reinhart e Ken Rogoff, che hanno fatto riferimento alla possibilità che le economie di paesi avanzati ricorrano a tattiche generalmente adottate nei mercati emergenti. E che di fatto venga dato il via a un’era di repressione finanziaria.

Ma l’idea che c’è dietro ai controlli sui capitali è semplice: “creare barriere per limitare il libero flusso di capitali”.

La verità è che per i politici, tale strada assicura grandi benefici: “una volta che mettono in trappola i vari fondi all’interno dei confini nazionali, possono facilmente tassarli o confiscarli”. E il problema è che questa strategia si sta espandendo a macchia d’olio: è presente in Islanda, a Cipro, in India, in Argentina.

LEGGI ANCHE

Fmi: prelievo del 10% su tutti i conti europei.

Prossimo caso Cipro scoppierà negli Stati Uniti.

Cipro: come confiscare $32 trilioni di beni offshore.

Schaeuble senza ritegno: “Prelievo forzoso Cipro diventi modello per l’Europa”.

“Insolvenza Cipro: rischio per Italia e Spagna”.

Cipro caso isolato? No: Ue vuole imporre perdite ai correntisti.

Cipro: camion carichi di euro nella notte, riaprono le banche.

Post Cipro: gli investimenti più sicuri e la banca italiana da evitare.