Continua discesa mercati: paura per guerra dazi e frenata economia

10 Dicembre 2018, di Daniele Chicca

Valanga di vendite sui mercati azionari, con le Borse europee che seguono la scia ribassista delle piazze asiatiche. A gravare sul sentiment degli investitori sono le solite questioni che restano aperte: il possibile intensificarsi della guerra commerciale sino americana e l’impatto che questa potrebbe avere sull’economia globale.

Anche le indicazioni che arrivano da Wall Street non promettono nulla di buono dopo che gli indici principali della Borsa americana hanno registrato il calo settimanale più intenso da marzo. Nonostante qualche ripresa a intermittenza, l’indice MSCI delle Borse mondiali – oggi in calo di mezzo punto percentuale circa – è in rosso da ormai quattro settimane.

“Un altro giorno, un’altra scusa per vendere gli asset rischiosi. I mercati azionari rimangono un terreno minato per chiunque sia alla ricerca di un risvolto positivo decisamente elusivo”, dice a Reuters Stephen Innes della società di brokeraggio OANDA. Gli ultimi dati macro provenienti dalle prime quattro economia della Terra – Stati Uniti, Cina Giappone e Germania – dipingono un quadro fosco per l’economia, segnalando una frenata dell’attività.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 10 Dicembre 201813:45

La premier May sta partecipando a una conference call con i suoi ministri durante la quale, riportano gli organi di stampa, avrebbe dato l’annuncio dell’annullamento dell’appuntamento alla Camera dei Comuni previsto per l’11 dicembre.

Rispetto al dollaro americano la divisa britannica scambia sui livelli più bassi da giugno 2017, un anno dopo il voto popolare sulla Brexit. Il computo giornaliero è di meno 0,5% sotto quota $1,2660. La sterlina ha perso terreno anche rispetto all’euro, testando i minimi di tre mesi in area 1,1096 (-0,7%). The pound vs the US dollar

Daniele Chicca 10 Dicembre 201814:46

Questo è il quadro a metà seduta per l’azionario mondiale.

Daniele Chicca 10 Dicembre 201822:20

Piazza Affari chiude con la maglia nera d’Europa: il Ftse Mib perde l’1,77%. Giù le banche, con l’indice italiano a -2,3% e il lusso, con Moncler fanalino di coda del listino a -5,13%. Male anche Mediaset (-5,12%) dopo il downgrade da parte di JP Morgan.

Daniele Chicca 10 Dicembre 201822:21

Le principali Borse europee hanno tutte archiviato la seduta in netto calo. Giornata negativa per Basf (-3,77%) dopo il profit warning, anche se nel finale recupera parte delle perdite. Male tutto il comparto finanziario, con Société Générale a -3,05% e ING Groep a -2,91%. Soffre il lusso: LVMH chiude a -2,51% e Kering a -1,52%. 

Complice il caos sulla Brexit, a Wall Street il Dow Jones cede anche 500 punti.