Consob: risparmio, crescita boom durante la crisi. Occhio ai Bitcoin, come subprime

14 Giugno 2021, di Mariangela Tessa

Consob: risparmio, crescita boom durante la crisi. Occhio ai Bitcoin, come subprime

L’Italia ha retto il peso della crisi causata dalla pandemia di COVID-19 grazie alle esportazioni e al risparmio e in questi primi mesi del 2021 “mostra volontà propria di affrontare i problemi irrisolti, anche avvalendosi del mutamento di attitudine di politica fiscale dell’Unione Europea”. Lo ha sottolineato Paolo Savona, presidente della Consob ed autorevole economista, durante la relazione annuale dell’Authority da lui guidata.

“Per la prosecuzione della fase di rilancio dell’attività produttiva è però necessario integrare le decisioni finora prese per incentivare il capitale di rischio delle imprese al fine di migliorare la loro leva finanziaria e renderle piu’ disponibili a intraprendere nuove iniziative. Offre un’occasione importante la riforma del fisco sollecitata da tempo e ribadita nel quadro del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza“.

Partiamo dal risparmio. Savona ha sottolineato che, a fronte di un rendimento vicino allo zero, la capacità risparmio elle famiglie italiane durante la pandemia è aumentata del 50%.  Se invece ci fosse stata la capacità di mettere a reddito quel risparmio anche solo con una remunerazione di un punto percentuale le famiglie avrebbero guadagnano complessivamente 30 miliardi, “quasi il 2% della dimensione di una buona manovra di bilancio pubblico del passato”.

Consob: Bitcoin, minaccia simile ai mutui subprime

Un capito a parte è dedicato anche al Bitcoin, considerato una minaccia per i mercati internazionali, molto difficile da tenere sotto controllo. Tanto da spingere Savona a lanciare un allarme: l’effetto speculativo che esse stanno innescando sembra molto simile a quanto accaduto prima del 2008 con i mutui subprime.

“Questi nuovi comparti del mercato sono in rapida evoluzione e sembra ripetersi l’esperienza antecedente la crisi del 2008, quando i contratti derivati si svilupparono fino a raggiungere una dimensione di dieci volte il Pil globale, assumendo forme complesse che ricevettero un rating elevato. Pur con le dovute distinzioni, è prevedibile che stia accadendo qualcosa di analogo nel mercato dei prodotti monetari e finanziari virtuali, soprattutto criptati”.

Savona ha ricordato come “un solo Bitcoin abbia avuto di recente la possibilità di acquistare un’auto elettrica di grossa cilindrata e poco dopo abbia perso la metà del suo potere di acquisto (il riferimento è a Tesla ndr). Per il presidente Consob “l’informatica finanziaria è una lampada prodigiosa dalla quale è uscito il Genio. Le autorità non riusciranno a riportarlo dentro, perché esso agisce nella sfera immateriale controllabile solo cambiando protocollo di scambio delle informazioni, ossia frammentando l’unità del mercato mondiale e così riducendo il saggio di competitività internazionale”.