Confermato: in Eurozona la crescita continua a essere stagnante

di Redazione Wall Street Italia
5 Dicembre 2014 11:44

BRUXELLES (WSI) – La regione è creciuta di appena lo 0,2% nel terzo trimestre e la Germania ha visto un incremento del Pil di un magro +0,1%.

Berlino e il blocco a 18 nel suo complesso hanno così evitato la recessione. La Francia fa meglio di altri paesi, con una crescita dello 0,3%.

Tutti i dati sono in linea con le previsioni comunicate in precedenza.

Su base annuale, la crescita dell’area è stata di +0,8%.

I numeri di Eurostat mostrano un incrmento delle spese delle famiglie nel trimestre, mentre gli investimenti sono scesi ancora.

Il soldi spesi dai nuclei familiari sono aumentati dello 0,5% nel blocco a 18 e dello 0,6% nell’Ue a 28 (nel secondo trimestre avevano fatto registrare nel’ordine +0,3% e +0,4%).

Le esportazioni sono aumentate dello 0,8% nell’area euro e dello 0,6% nell’Ue, mentre le importazioni sono salite +1,2% e +1,1% rispettivamente (dopo che nel trimestre precedente avevano realizzato risultati pari a +1,3% e +1%).

(DaC)