Confapi su dichiarazione ambientale: bene proroga, atto dovuto a PMI

30 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Confapi accoglie con un sospiro di sollievo la proroga per la presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale decisa oggi nel corso del Consiglio dei Ministri. “Si tratta di un atto dovuto nei confronti di 600 mila aziende, lasciate col fiato sospeso fino all’ultimo minuto”, afferma Paolo Galassi, Presidente di Confapi. “Per molto tempo abbiamo chiesto con forza una risposta ufficiale da parte del Governo, finalmente è arrivata e ne siamo lieti, nonostante la snervante attesa – aggiunge Galassi – Ci aspettiamo risposte chiare e rapide anche per la questione Sistri. Infatti, mettere le aziende nelle condizioni di rispettare tutti gli adempimenti previsti dalla legge significa aiutarle ad affrontare meglio l’avvicinarsi della ripresa”.