Con l’iPad Pro, Apple è pronta a tradire Steve Jobs

28 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – In attesa del lancio sul mercato, previsto per il prossimo giugno, si inseguono rumors sul nuovo iPad pro, il nuovo dispositivo della Apple a metà tra un tablet e un computer destinato a un pubblico aziendale. Molti analisti finanziari vedono il nuovo dispositivo come un antidoto alla stagnazione delle vendite che ha caratterizzato il tablet della Apple, ma anche quelli della concorrenza, durante lo scorso anno.

Secondo Martin Hajek, designer noto per aver ‘immaginato’ in anticipo diversi prodotti Apple, l’iPad Pro potrebbe avere un design arrotondato, a metà tra iPad Air 2 e Mini 3, e uno schermo da 12,2 o 12,9 pollici. Secondo Hajek potrebbe avere gli altoparlanti ai lati e una cornice spessa. Completa il tutto il tasto Touch ID. Il nuovo dispositivo, e questa la grande novità, sarà la dotazione di uno stilo.

In attesa di maggiori dettaglia dal quartier generale di Cupertino, sono molti tuttavia a sottolineare che qualora la presenza dello stilo fosse confermata, il nuovo prodotto Apple rappresenterebbe un tradimento rispetto alla filosofia del fondatore Steve Jobs. In molti ricordano che durante una sessione di domande e risposte nel 2010, a pochi mesi dopo l’introduzione dell’iPad, Steve Jobs affermò: “Se vedete un pennino, significa che hanno fallito”.

Appare pertanto strano dicono alcuni analisti che, come si legge sui siti specializzati, che Apple aggiungerà per il suo iPad Pro un pennino lungo-dice 12.9 pollici. In una nota pubblicata da MacRumors, l’analista Ming-Chi Kuo di KGI Securities analista sostiene che la Pro stilo iPad sarà un accessorio “optional” per “migliorare l’esperienza degli utenti.” Kuo ritiene inoltre che il pennino sarà più costoso delle versioni in plastica dei concorrenti. (mt)