Come investono i clienti dei consulenti finanziari: fondi, polizze e liquidità

3 Marzo 2022, di Valentina Magri

Cosa hanno in portafoglio i clienti dei consulenti finanziari italiani?  Fondi comuni, polizze, liquidità ma non solo.

Il 2021 si è chiuso con una raccolta da record per le reti di consulenza finanziaria, con un patrimonio dei risparmiatori da loro seguiti salito a quota 786,4 miliardi di euro, in crescita del 17,8% rispetto a fine 2020. Lo rileva Assoreti, l’Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti.

Consulenti, cosa c’è nei portafogli del clienti

A fare la parte del leone nei portafogli dei clienti dei consulenti finanziari sono fondi comuni, gestioni patrimoniali e prodotti assicurativi/previdenziali e titoli, che con 663,6 miliardi di euro rappresentano l’84,4% del patrimonio (+0,7% anno su anno). Di questi, 554 miliardi sono stati investiti in prodotti del risparmio gestito (il 70,5% del portafoglio) e 109,6 miliardi in strumenti finanziari amministrati come azioni, obbligazioni, certificati ed ETF.

Tornando ai portafogli dei clienti dei consulenti, la liquidità si attesta a 122,8 miliardi, con un’incidenza in portafoglio del 15,6% (-0,7% anno su anno), che si è confermata sui livelli pre-pandemia.

La componente strettamente finanziaria (fondi, gestioni individuali e titoli amministrati) è aumentata del 19,5% anno su anno (+15,1% al netto delle variazioni campionarie), con un contributo all’aumento da parte della crescita delle performance dei mercati finanziari e della raccolta netta rispettivamente del 7,9% e del 7,2%.

Da sottolineare il ruolo importante giocato dalle reti di consulenza finanziaria: nel dicembre 2021, il contributo complessivo delle reti al patrimonio investito in fondi aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si è attestata a 456 miliardi di euro, con un’incidenza del 36,1% sul patrimonio totale investito in fondi (patrimonio gestito pari a 1.263,3 miliardi di euro).

 

Investimenti degli italiani: un confronto tra 2020 e 2021

Rispetto al dicembre 2020, la ripartizione dei patrimoni dei clienti dei consulenti italiani non è cambiata molto.

Al primo posto fondi comuni e sicav, in leggera crescita dal 32,3% al 32,6%. Pressoché stabili le polizze assicurative e i prodotti previdenziali, passati dal 27,4% al 27,2%.

La liquidità è scesa leggermente: dal 16,3% del dicembre 2020 al 15,6% del dicembre 2021. Al contrario, gli investimenti in titoli azionari sono saliti lievemente, dal 13,3%, al 13,9%. Infine, le gestioni patrimoniali sono passate dal 10,5% al 10,9%,