Colosso bancario cinese pronto a fare acquisti in Europa

17 Settembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

China Construction Bank, la seconda banca più grande della Cina (dopo Industrial and Commercial Bank of China), sarebbe interessata a sfruttare la situazione di debolezza in Europa e fare acquisti. Alla ricerca di un istituto da acquistare, sarebbe disposta a spendere fino a 100 miliardi di yuan ($15,8 miliardi) per il 100%, o per una quota sul 30%-50% in un grande nome internazionale.

A dirlo è Wang Hongzhang, chairman del gruppo, stando a quanto riporta un’intervista pubblicata sul Financial Times. “Alcune banche in Europa sono state messe in vendita. Ora stiamo scrutando la situazione alla ricerca della migliore opportunità”.

L’attenzione è concentrata sui principali paesi del nord: Regno Unito, Francia o Germania. Ogni possibile accordo, riguarderà istituti di portata internazionale, non verso business legati a un singolo paese. Tra i preferiti quegli istituti nazionalizzati, anche solo in parte, durante la crisi finanziaria. Tra questi RBS, di proprietà 82% del governo britannico, e Commerzbank, del 25% del governo tedesco.

Ad ora l’accordo più importante stilato dalla Industrial and Commercial Bank of China è l’acquisto per $5,5 miliardi del 20% della quota nella sudafricana Standard Bank.