Cina: gli interrogativi sull’immenso reticolo rinvenuto nel deserto

15 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Un reticolo enorme composto da strisce di metallo è stato rinvenuto da Google Earth nel deserto cinese del Gobi. E’ quanto riporta il sito The Telegraph. I sospetti sono inevitabili, in quanto l’area è vicina ai quartieri generali del programma spaziale della Cina, che si trova a Jiuquan, nella provincia di Gansu. Il sito non è inoltre lontano da un vecchio centro che veniva utilizzato dalla Cina per effettuare test nucleari.

Tim Ripley, esperto della Difesa, ha affermato in un’intervista al The Telegraph che le immagini rinvenute (in particolare quelle circolari) fanno pensare molto alla forma della gittata dei missili testati negli Stati Uniti, e trovati attorno all’Area 51. Numerosi altri segni dalla forma particolare sono visibili nel deserto.

Le aree a forma rettangolare fanno pensare a strade cittadine e potrebbero essere state realizzate, per esempio, per testare l’eventuale impatto di alcune armi.

Le speculazioni non sono solo su eventuali test militari effettuati dalla Cina, ma anche sull’attraversamento del sito da parte di alieni. Non per niente, molti cospirazionisti ritengono che la stessa Area 51, ovvero la base segreta di test militari degli Stati Uniti, che si trova in Nevada, ospiti i resti di un veicolo spaziale.

Impazziti dunque i commenti sui vari siti online cinesi. “Sembra la nostra Area 51 – si legge in uno dei commenti pubblicati su Baidu”. E anche, più esplicitamente, “potrebbe essere una base aliena”, scrive un altro.