EFPA Italia, le certificazioni per i consulenti e per chi fornisce informazioni

1 Luglio 2019, di Massimiliano Volpe

Le certificazioni Efpa Italia sono qualifiche di livello europeo, i cui standard sono fissati e concordati su indicazione dell’Sqc (Standard and Qualifications Committee) europeo e continuamente aggiornati al fine di mantenerne elevati i livelli qualitativi.

Le certificazioni per chi si occupa di consulenza finanziaria

Delle qualifiche promosse da Efpa Italia, l’EfaEuropean Financial Advisor, è il livello di certificazione europeo più diffuso e riguarda l’attività di consulenza finanziaria.
Per diventare professionista certificato Efa occorre sostenere l’apposito esame organizzato da Efpa Italia, il cui programma formativo viene dettagliato in 10 moduli, a loro volta declinati in sottotematiche. I risultati dell’apprendimento vengono classificati (designazione tassonomica) in base ai livelli cognitivi.
L’esame prevede lo sviluppo di un test scritto di 60 domande (4 opzioni di risposta, una sola corretta), suddivise per tipologia: Knowledge; Analisys; Application.

Particolare interesse suscita anche l’Efp – European Financial Planning, il livello di certificazione maggiormente qualificato tra le proposte di Efpa, in quanto riguarda l’attività di pianificazione finanziaria nel suo complesso. Il programma formativo dell’esame viene dettagliato in 15 moduli (riprendendo i moduli da 1 a 9 del programma Efa), a loro volta declinati in sottotematiche. I risultati dell’apprendimento vengono poi classificati (designazione tassonomica) in base ai livelli cognitivi.
L’esame si articola in due prove scritte: un test di 70 domande suddivise per tipologia e lo sviluppo applicativo di un caso concreto.

Le certificazioni per chi si occupa di informazione ai risparmiatori

Dopo l’emanazione delle linee guida dell’Esma – che hanno portato all’individuazione di specifiche conoscenze e competenze richieste, da un lato, al personale che fornisce ai clienti informazioni riguardanti gli strumenti finanziari e i servizi di investimento e, dall’altro, al personale che somministra consulenza finanziaria in materia di investimenti – Efpa ha sviluppato e condiviso, a livello europeo, due nuovi certificati,  l’Eia e l’Eip.

La certificazione Eia – European investment assistant – è indirizzata a coloro che forniscono informazioni sui prodotti/servizi di investimento.

La certificazione Eip – European investiment practitioner – è indirizzata a coloro che offrono un vero e proprio servizio di consulenza di base.

Esiste, inoltre, l’Eip Cf, ovvero una certificazione dedicata agli iscritti all’Albo unico dei consulenti finanziari Ocf che ha il medesimo valore di qualifica della certificazione Eip. L’individuazione delle aree non coperte dalle materie d’esame Ocf ha permesso infatti ad Efpa Italia di formulare un programma formativo per l’acquisizione della qualifica Eip per consulenti finanziari, che viene dettagliato in 3 moduli, suddivisi nei livelli didattici: Knowledge; Analysis; Application.

Dopo il conseguimento della certificazione, il professionista viene inserito nel pubblico registro dei professionisti certificati gestito da Efpa Europe.

Per mantenere la certificazione, il professionista deve aggiornare ogni anno la propria preparazione, a partire da quello successivo a quello di ottenimento della qualifica.