Celsius: preoccupa l’impatto sul mercato, i finanziatori rassicurano

13 Giugno 2022, di Gianmarco Carriol

Il principale prestatore di criptovalute Celsius (CEL) oggi ha annunciato l’interruzione di prelievi, trasferimenti tra conti e Swap, lasciando l’industria delle criptovalute a cercare di capire come questa crisi potrebbe influenzarla, mentre gli istituti di credito a sinistra e a destra rassicurano loro utenti delle normali operazioni.

Come riportato, Celsius ha affermato di aver interrotto questi servizi a causa di “condizioni di mercato estreme” e per “mettere Celsius in una posizione migliore per onorare, nel tempo, i suoi obblighi di ritiro”.

Hanno inoltre affermato che si tratta di una clausola nel loro contratto sui Termini di utilizzo e che è necessaria per “stabilizzare la liquidità e le operazioni mentre adottiamo misure per preservare e proteggere i beni”. La squadra dovrà considerare “varie opzioni” e questo richiederà tempo, hanno aggiunto.

L’azienda non ha fornito molte informazioni su cosa sia successo esattamente per portarli a prendere questa decisione o quale sia lo stato dell’azienda.

Inoltre, ci sono state varie segnalazioni online secondo cui il team di Celsius potrebbe già tentare di affrontare questa crisi iniziando a muovere domenica milioni di dollari in wrapped Bitcoin (wBTC), ethereum (ETH) e altre criptovalute.

Sembra anche che Celsius stia eliminando wBTC da Aaave (AAVE), con 9.500 monete (229,5 milioni di USD) spostate nelle ultime 12 ore da Aave a Celsius.

Sebbene Celsius avesse spostato wBTC prima di domenica, nelle ultime 12 ore ha spostato 19.070 wBTC dall’indirizzo della società, per un valore di circa 458,87 milioni di dollari a prezzi correnti. In particolare quelli riscattati da Aaave, sembrano essere stati spostati sull’exchange FTX. Una delle teorie suggerite è che forse FTX stia tentando di guadagnare un rendimento da tale situazione.

La questione insolvenza di Celsius

In primo luogo, molti esperti e commentatori online si chiedono se questo significhi che Celsius sia insolvente e, in tal caso, che tipo di insolvenza, poiché ciò fa un’enorme differenza. Essere insolventi significa sostanzialmente che un’impresa/una persona non può pagare le bollette, detto in parole povere.

Inoltre, quali sono le società che hanno prestato a Celsius?

Non sembra esserci una risposta chiara su quali società siano coinvolte e come, ma tra le entità nominate ci sono l’emittente USDT Tether, gli exchange Gemini, Nuri e Voyager.

Il CEO di Voyager, Stephen Ehrlich, ha twittato che: “Nessuna esposizione in Celsius da Voyager ad oggi. ” E quando gli è stato chiesto “quando Celsius imploderà qual è l’esposizione di Voyager sul libro dei prestiti?”, ha semplicemente risposto con “0”.

Tether ha anche affermato che:

“Sebbene il portafoglio di investimenti di Tether includa un investimento nella società, che rappresenta una parte minima del nostro patrimonio netto, non vi è alcuna correlazione tra questo investimento e le nostre riserve o stabilità. Anche l’attività di prestito Tether con Celsius (come con qualsiasi altro mutuatario) è sempre stata sovra-garanzia e non ha alcun impatto sulle nostre riserve”.

Tether è uno degli investitori della società, mentre altri includono la società di investimento WestCap e la società di gestione di fondi Caisse de Depot et Placement du Quebec.

Secondo il Financial Times, il valore degli asset depositati sulla piattaforma di Celsius “si è ridotto a meno di 12 miliardi il 17 maggio da oltre 24 miliardi a fine dicembre”.

Normale attività

Diverse società, in particolare istituti di credito, hanno dichiarato che le proprie operazioni e servizi funzionano normalmente.

Nexo (NEXO) ha twittato che tutte le operazioni sono funzionali e si è spinto oltre, affermando che “ieri abbiamo contattato il team Celsius per offrire il nostro supporto, ma il nostro aiuto è stato rifiutato”. Hanno affermato che “Nexo è in una solida posizione di liquidità e capitale proprio per acquisire prontamente tutte le attività qualificanti rimanenti di Celsius, principalmente il loro portafoglio di prestiti garantiti”.

Secondo la società, hanno inviato una lettera di intenti a Celsius, offrendo di acquisire asset idonei dopo il blocco del prelievo.

Inoltre, secondo il CEO di BlockFi, Zac Prince, ha affermato:

“tutti i prodotti e i servizi BlockFi continuano a funzionare normalmente”.

CEL è scesa del 54% in un solo giorno a 0,187 USD. È in calo del 75% in una settimana e del 76% in un mese.