Casa: “imposta unica non significhi nuove tasse”

di Redazione Wall Street Italia
30 Dicembre 2014 13:37

ROMA (WSI) – L’imposta unica indicata dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan non si trasformi in una via breve per scaricare sulla proprietà altre imposte. A parlare è il presidente di Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, che lancia l’allarme.

“Padoan sta pensando ad un’imposta unica che abbracci dall’Imu alle addizionali. Ma non bisogna lasciarsi fuorviare, nel giudicare quest’idea, dal fatto che con essa si eviterebbero i mille adempimenti burocratici che ci impongono Stato ed enti locali anche solo per pagare. Considerata la predilezione del ministro maxieconomista per la tassazione dell’immobiliare, non vorremmo però che fosse la via breve per scaricare sui milioni di italiani che posseggono una casa il peso di imposte che gravano oggi su soggetti diversi”.

“Per uscire dalla crisi, non c’è molto da inventare – ha continuato Fogliani, stando a quanto riporta una nota – La crescita è figlia della fiducia e il calo dei consumi va sempre di pari passo con la caduta del prezzo delle case di abitazione, come la storia anche recente dimostra. E’ la fiducia nel futuro e il senso di sicurezza che la proprietà di una casa fornisce che bisogna far tornare”.