Caporali (Liomatic): “non possiamo fermarci, sarebbe dannoso per tutti”

26 Febbraio 2020, di Mariangela Tessa

“Sicuramente c’è un po’ di preoccupazione, ma allo stesso momento non possiamo restare fermi. Occorre certo attuare una serie di misure precauzionali per tentare di gestire l’emergenza, ma continuando a fare il nostro lavoro. Le imprese non possono fermarsi, non possono farlo mai. Non è possibile e sarebbe dannoso per tutti”.

Così Ilaria Caporali, amministratore delegato Liomatic, eccellenza umbra nella distribuzione automatica di cibi e bevande (500 dipendenti e un fatturato di circa 90 milioni) durante il suo intervento nel corso dello speciale “Coronavirus, Italia rialzati”, andato in onda questa mattina su Wall Street Italia 

Il numero uno di Liomatic ha spiegato che per affrontare la crisi, l’azienda sta adottando misure straordinarie rispetto alle normali procedure di igiene.

“Abbiamo incrementato le misure di sicurezza, abbiamo sospeso le trasferte del personale, e attuato delle procedure speciali, come l’inserimento delle mascherine dei kit di pronto intervento”