Campus Party Italia, l’innovazione sbarca a Milano: il programma

31 Maggio 2018, di Alberto Battaglia

Torna, a Milano, il Campus Party Italia 2018: l’evento, giunto alla seconda edizione, sarà una vetrina di cinque giorni che vedrà susseguirsi 350 speaker per 400 ore di contenuti volti a presentare progetti all’avanguardia e novità dal mondo dell’innovazione e della tecnologia. Temi portanti, suddivisi in altrettante aree specificamente dedicate dell’area, saranno Creativity, Coding, Entertainment, Entrepreneurship e Science. All’interno di queste categorie troveranno spazio, fra le altre, discussioni sulla blockchain, la realtà virtuale, la programmazione di software, l’e-commerce.

Oltre all’aspetto culturale, il Campus Party è anche un “accampamento” che riunirà le tende del pubblico, particolarmente quello più giovane, creando l’occasione per divertirsi e conoscersi (“Il più grande campeggio geek al mondo nel cuore dell’innovazione”).
Le date da segnare, per quest’edizione, sono quelle comprese fra il 18 e 22 luglio. Il gruppo Triboo sarà presente in qualità di media partner con alcune delle sue testate, fra cui Leonardo e Wall Street Italia.

Fra i nomi maggiori che animeranno le discussioni dell’evento ci saranno quelli di Fernando Ferroni, presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Loretta Falcone ex-Nasa; James Hughes, Executive Director dell’Institute for Ethics and Emerging Technologies. Fra gli italiani, avranno spazio il Crypto-enthusiast, Admin presso Bitcoin-Tutorial.com Giacomo Barbieri, il rettore dell’Università Bocconi Gianmario Verona.

Il Campus Party è un evento nato in Spagna nel 1997: da allora è stato esportato in altri 10 Paesi con 61 edizioni complessive.