Cameron (UK): austerita’ fino al 2020

19 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Il primo ministro britannico David Cameron prevede che la crisi dell’Eurozona durera’ ancora anni, compromettendo anche la crescita dell’economia del Regno Unito.

Per questo motivo l’inquilino di 10 Downing Street ha spiegato che il programma dei tagli alle spese, che dalle prime stime erano stati studiati per durare cinque anni, dureranno almeno fino al 2020.

In un’intervista rilasciata al Telegraph Cameron ha sottolineato che vuole ancora ridurre le pressioni fiscali ma che qualsiasi riduzione dovrebbe essere finanziata con un’ulteriore diminuzione della spesa pubblica.

“Penso che durera’ fino al 2020 … questo e’ un periodo in cui tutti i governi, non solo in Europa, anche in America, devono fare i conti con grandi deficit fiscali e devono assolutamente avere debiti sostenibili.

“Non riesco a vedere una data in cui sparira’ questa pressione”, ha detto il leader dei conservatori. “Non riesco a vedere il tempo senza dover prendere difficili scelte legate alla riduzione della spesa”.