Bundesbank alle banche greche: non comprate altro debito

16 Febbraio 2015, di Redazione Wall Street Italia

FRANCOFORTE (WSI) – La Bundesbank ha chiesto alle banche commerciali greche di non comprare altro debito pubblico nazionale.

Nel suo ultimo report mensile la banca centrale tedesca scrive che le banche greche che dipendono dai fondi di emergenza della Bce (ELA) dovrebbero “prendere misure per migliorare la loro posizione di liquidità”.

E comprare bond statali ellenici a breve termine nelle prossime settimane andrebbe contro tale proposito, secondo l’istituto di Francoforte.

La scorsa settimana la Bce ha offerto ulteriori 5 miliardi di euro di liquidità alle banche greche che sono state colpite da una corsa agli sportelli di clienti innervositi dall’incertezza sul futuro del paese.

Nello stesso rapporto la Bundesbank prevede che favorita dall’euro debole l’economia tedesca, la maggiore dell’area euro, crescerà più del previsto quest’anno.

“L’economia tedesca continuerà a trarre beneficio dal contesto economico in miglioramento nell’anno in corso. Sul breve termine il rimbalzo sarà sostenuto principalmente dai consumi privati”, scrive l’istituto, precisando che le esportazioni saranno favorite dalla debolezza della moneta unica.

L’Emergency liquidity assistance è una procedura per l’erogazione di liquidità di emergenza alle banche da parte dell’istituto centrale. La scorsa settimana Mario Draghi ha deciso di alzare la capacità di tale fondo a 65 miliardi di euro.

Fonte: Bundesbank

(DaC)