Mef, in arrivo la nuova emissione del Btp Italia

11 Ottobre 2019, di Alberto Battaglia

Torna il Btp Italia: il Mef ha annunciato la prossima emissione del titolo di stato a otto anni indicizzato all’inflazione, che avrà luogo fra il 21 e il 23 ottobre. Il collocamento si dividerà come, d’abitudine, in una prima fase dedicata ai risparmiatori (21 e 22 ottobre) e a una seconda riservata agli investitori istituzionali (nella sola mattinata del 23 ottobre).
Il tasso reale annuo minimo garantito (protetto con un floor anche in caso di deflazione) sarà cominicato solo il 18 ottobre , mentre il tasso reale annuo definitivo verrà comunicato il 23 ottobre, prima del collocamento presso gli investitori istituzionali.

Il titolo, che pagherà le cedole su cadenza semestrale, sarà indicizzato al Foi (l’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, al netto dei tabacchi), a cui si aggiunge il pagamento del recupero dell’inflazione maturata nel semestre (con la previsione di un floor in caso di deflazione, che garantisce che le cedole effettivamente pagate non siano comunque inferiori al tasso reale garantito definitivo). Confermato, infine, il riconoscimento di un Premio Fedeltà per i risparmiatori che decideranno di mantenere il titolo fino a scadenza.
Per queste caratteristiche, in particolare l’adeguamento al costo della vita, il Btp Italia è pensato, in particolare, per le esigenze della clientela retail. Di seguito le caratteristiche in sintesi della nuova emissione:

  • Durata: 8 anni
  • Tasso reale annuo minimo garantito (sarà comnicato il 18 ottobre)
  • Cedole semestrali calcolate sul capitale rivalutato
  • Recupero immediato dell’inflazione grazie alla rivalutazione del capitale corrisposta ogni sei mesi
  • Capitale nominale garantito a scadenza, anche in caso di deflazione
  • Premio Fedeltà per chi acquista all’emissione nella Prima Fase del collocamento e conserva il titolo fino a scadenza, riservato quindi ai risparmiatori individuali ed altri affini.