Brexit, prezzi case a Londra destinati a scivolare ancora

18 Luglio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Il boom del mercato immobiliare di Londra potrebbe essere veramente giunto al capolinea. Ad interrompere la corsa dei prezzi, che ha interessato la capitale britannica e che dura indisturbata da sette anni potrebbe essere la Brexit.

È l’idea sempre più diffusa tra gli analisti che, guardando avanti, temono un crollo dei prezzi sia nel settore residenziale sia in quello commerciale nel mercato immobiliare del cuore finanziario d’Europa.

Di questa convinzione sono gli esperti di Société Générale, che in una nota ai clienti anticipano una correzione dei prezzi del 30% nel settore commerciale e ancora piu’ marcato in quello residenziale.

Gli analisti della banca francese aggiungono inoltre: “Brexit danneggerà l’economia britannica e molte società cercheranno una nuova sede all’estero, in modo da poter avere più facile accesso al mercato europeo”.

Il valore degli immobili ha già’ subito una battuta d’arresto in maggio, quando è stato rilevato una flessione dei prezzi dell’1,4% (dati Acadata e Lsl Property).

Ma nelle ultime settimane, subito dopo il referendum del 23 giugno, la situazione ha subito un significativo peggioramento. Come si legge in una ricerca di Lonres, il numero di proprietà vendute nei dodici giorni successivi al referendum ha subito un crollo del 43% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Così come le case offerte sono scese del 25%.

Fonte: Bloomberg