Brexit più vicina. E Cameron ordina alle aziende di “stare zitte”

8 Settembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il Regno Unito potrebbe essere ancora più vicino a lasciare l’Unione europea. E’ quanto trapela da un nuovo sondaggio, da cui emerge l’aumento del numero dei cittadini che vogliono dire addio all’Ue.

Lo scenario Brexit è dunque più concreto di quanto si pensi, fattore che sta alimentando serie preoccupazioni tra le aziende e gli investitori della City, che hanno beneficiato dei vantaggi di trading legati alla membership europea. Un report del Financial Times ha riportato a tal proposito che persone vicine al primo ministro David Cameron avrebbero minacciato le aziende, invitandole a rimanere fuori dal dibattito, mentre il governo tenta di rinegoziare con l’Europa i termini della membership.

Un alleato di Cameron ha riferito che il governo è stato chiaro nell’inviare il suo messaggio alle aziende, invitandole a “rimanere in silenzio (sull’ipotesi Brexit), fino a quando non viene raggiunto un accordo con l’Ue”.

Il referendum sull’opportunità o meno del Regno Unito di continuare a far parte dell’Ue sarà indetto non prima della fine del 2017; detto questo, la campagna per convincere il popolo a votare per lasciare l’Unione europea è già iniziata.

Secondo il sondaggio condotto da Survation for the Mail, mentre il 17% dei cittadini rimane indeciso, il 43% voterebbe per far uscire il paese dall’Ue, a fronte di un 40% che vuole rimanere. (Lna)