Londra vuole divorzio Ue scontato, non pagherà oltre 40 miliardi di euro

7 Agosto 2017, di Mariangela Tessa

La Gran Bretagna sarebbe disposta a pagare fino a 36 miliardi di sterline, pari a circa 40 miliardi di euro, all’Unione europea per chiudere il conto della Brexit, ma solo se Bruxelles accetterà di negoziare l’accordo economico nel contesto di un’intesa sulle future relazioni tra le parti che comprenda anche un accordo sul commercio.

Lo riferisce ha riferito ieri il Sunday Telegraph, che cita tre diverse fonti di Whitehall. Il Sunday Telegraph ricorda che Bruxelles ha ipotizzato i costi della Brexit in circa 60 miliardi di euro, mentre il governo di Londra, fino ad ora, non ha mai fornito una stima sulla cifra che sarebbe disposta a pagare.

Immediata la risposta del governo britannico, che ha negato la veridicità delle voci, bollandole come  “per niente corrette”. Lo ha detto una fonte autorevole del governo britannico all’emittente Sky News.

Secondo quanto riportano i rumors del giornale britannico, i funzionari inglesi avrebbero comunque riferito di una possibile offerta intorno ai 30 miliardi di euro in tre anni, a patto per l’intesa sia accompagnata da un accordo commerciale. Una cifra che per potrebbe arrivare fino a 40 miliardi nel corso di una negoziazione su cui comunque – riporta il Sunday Telegraph citando le sue fonti – ancora non c’è un accordo unanime tra gli addetti ai lavori.

 “Entrambi abbiamo riconosciuto che ci sono obblighi finanziari” ma “per arrivare a una soluzione” sul ‘conto’ da pagare all’Ue “serve flessibilit reciproca”, aveva affermato qualche settimana fa il ministro britannico per la Brexit David Davis dopo il secondo round di negoziati dove – aveva assicurato – ci sono state “discussioni consistenti e costruttive”. –