Venezia, Bottega Veneta lancia iniziativa per il restauro di San Marco

29 Novembre 2019, di Alberto Battaglia

Bottega Veneta ha deciso di dare un contributo per il restauro del patrimonio artistico di Venezia, colpito dalle alluvioni dei giorni scorsi.

Il marchio del lusso italiano ha annunciato che destinerà al restauro della Basilica di San Marco il 30% dei ricavi che gli store italiani realizzeranno dalla vendita di tutte le borse appartenenti agli stili BV Classic, Marie, BV Angle ed Arco, nell’arco del mese compreso fra il 29 novembre il 29 dicembre.

Il progetto, avviato insieme all’organizzazione internazionale non profit Venetian Heritage, prevede un contributo all’intervento di restauro sui mosaici pavimentali e sui marmi policromi parietali della Basilica fortemente danneggiati dall’acqua. Venetian Heritage è un’organizzazione internazionale non profit con sedi a Venezia e New York e agisce nel quadro del Programma congiunto UNESCO-Comitati Privati Internazionali per la Salvaguardia di Venezia.

Lusso in difesa dell’arte

“L’identità di Bottega Veneta è fortemente legata alla storia della regione Veneto. Venezia rappresenta la quintessenza dell’heritage di questo territorio e ci impegniamo a garantire il futuro di uno dei suoi simboli più rappresentativi”, ha commentato Leo Rongone, Chief Executive Officer, Bottega Veneta.
“Siamo fieri di poter contribuire al restauro della Basilica di San Marco, una delle opere più importanti e di ispirazione della città di Venezia. Come azienda, ci dedichiamo con impegno a proteggere l’heritage della regione Veneto,” ha dichiarato Daniel Lee, Creative Director, Bottega Veneta.

Bottega Veneta, nata nel 1966 nella non distante Vicenza, è uno dei marchi distintivi della moda italiana nel mondo. Secondo quanto aveva dichiarato lo scorso 19 novembre dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, il costo dei danni del maltempo a Venezia non è inferiore al “mezzo miliardo di euro”.