Borse: la corsa dell’hi-tech non toglie smalto al settore, le prospettive per il 2021

21 Dicembre 2020, di Mariangela Tessa

Nonostante una crescita più veloce del mercato, il settore hi-tech nelle borse continuerà a brillare nel 2021. Ne sono convinti gli analisti di Janus Henderson Investors, secondo cui, dopo la pandemia, la transizione mondiale a una “nuova normalità” comporterà inevitabilmente un maggior ricorso alla tecnologia.
Tutto questo mentre – secondo gli esperti – nel complesso le valutazioni del settore tecnologico sembrano ragionevoli e in linea con le medie storiche.

“La ripresa degli utili post-pandemia potrebbe causare delle distorsioni nel 2021, ma nel lungo periodo crediamo che il settore tecnologico possa continuare a generare una crescita degli utili superiore, grazie alla propensione all’innovazione, alla solidità finanziaria e ai reinvestimenti in ricerca e sviluppo che lo caratterizzano All’inizio del 2020 ci aspettavamo che i solidi temi di crescita di lungo periodo cavalcati da tempo (come digitalizzazione dei pagamenti, transizione online – tutto sarà on demand – e infrastrutture di prossima generazione) avrebbero acquistato ulteriore slancio.
Tuttavia, prima della pandemia di Covid-19 non avremmo potuto prevedere un simile sviluppo. Le misure adottate per contrastare il virus hanno accelerato la digitalizzazione, a prescindere dall’età e dall’area geografica degli utenti; al contempo, governi e banche centrali hanno varato iniezioni di liquidità e stimoli fiscali pari solamente a quelli operati durante la crisi finanziaria globale del 2008″
scrivono gli esperti in una nota.

Borse, solidi temi di crescita di lungo periodo

Con l’approvazione di uno o più vaccini, spiegano da Janus Henderson, il mondo potrebbe ritrovarsi in una “nuova normalità”, inevitabilmente più tecnologica e caratterizzata da una maggiore flessibilità per i lavoratori, maggior praticità per le famiglie, prassi aziendali più efficienti, un maggiore accesso allo studio e un minor impatto ambientale.

“A nostro avviso, le società che beneficeranno dell’incremento dell’adozione della tecnologia da parte di consumatori e aziende dovranno ampliare gli investimenti per garantire una connettività scalabile, costante, rapida e affidabile. Gli investimenti nelle infrastrutture di prossima generazione, come 5G, cloud, edge computing e nel settore del silicio (utilizzato nella produzione di microchip, transistor, circuiti elettronici, ecc.) potrebbero essere favoriti da politiche fiscali, cioè da una maggiore spesa pubblica e/o dalla riduzione delle imposte finalizzate alla creazione di un’economia più ecologia e inclusiva”.

Ma occorre vagliare gli entusiasmi del mercato

Per chi vuole investire nel settore tecnologico sulle principali borse la parola d’ordine deve essere “prudenza”.

“Siamo ancora fermamente convinti ed entusiasti delle prospettive di crescita per il settore tecnologico; tuttavia, sappiamo bene che il mix di tassi di interesse modesti e pandemia hanno comportato un rapido aumento delle valutazioni in alcuni segmenti, come i software con una crescita sostenuta e determinate aree legate al commercio. Alcune aree del settore sono dominate dall’entusiasmo (alcuni titoli scambiano a 30 volte le stime di utili); occorre pertanto mantenere la prudenza, operare una selezione titoli accurata e adottare un approccio rigoroso alle valutazioni”.

Su quali società puntare?

“Continuiamo a puntare sui leader globali della tecnologia e sulle società che potrebbero diventare i leader di domani.  A nostro avviso il fondo è ancora ben posizionato per beneficiare di questi trend di crescita a lungo termine: transizione online, digitalizzazione dei pagamenti, intelligenza artificiale, infrastrutture di prossima generazione e automazione dei processi. Il nostro processo di investimento è orientato verso società tecnologiche di qualità elevata, che presentano cash flow e bilanci solidi, oltre a standard elevati per il controllo della liquidità.  Restiamo fedeli al nostro approccio unico, che consiste nel vagliare attentamente gli entusiasmi del mercato5, applicare una rigida disciplina in termini di valutazioni e individuare profili di crescita/valutazioni interessanti.  Porteremo avanti l’attività di engagement proattivo presso le società in portafoglio, per assicurarci che perseguano l’innovazione in modo responsabile e creino valore per tutti gli stakeholder”.