Borse: Carney smuove la sterlina, la Fed le banche

29 Giugno 2017, di Daniele Chicca

La Fed ha approvato i piani di premio per gli azionisti delle 34 maggiori banche americane, le quali hanno così deciso di incrementare di tanto il dividendo e di avviare programmi di buyback massicci. Per la prima volta dalla crisi finanziaria del 2008 la banca centrale non ha rifiutato i piani di capitale di nemmeno una delle banche sottoposte agli stress test.

La vicenda ha aiutato i titoli del settore in Borsa: i rialzi sono stati dell’1,4-2% (vedi tabella sotto). Citigroup ha raddoppiato il suo dividendo trimestrale e annunciato il programma di acquisto di azioni proprie da $15,6 miliardi, il maggiore della sua storia. Da parte sua JP Morgan ha varato un buyback da $19,4 miliardi.

Ieri il governatore della Bank of England, Mark Carney, ha dichiarato che la Banca centrale potrebbe aumentare presto i tassi di riferimento, poiché la tolleranza per un’accelerazione dell’inflazione è limitata. Il commento mostra un cambio di enfasi rispetto alla scorsa settimana quando il governatore aveva segnalato che ancora non era il momento per iniziare tale processo.

Secondo gli analisti di Mps Capital Services i tre fattori da monitorare per decidere il timing del rialzo saranno: i consumi, i salari e la reazione dell’economia alla Brexit. Sul Forex si è assistito a un immediato apprezzamento della sterlina, favorito anche dal contemporaneo indebolimento del dollaro Usa.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 29 Giugno 20179:52

Sui mercati valutari l’euro sale ancora sul dollaro, portandosi sui massimi di quattordici mesi. Gli investitori scommettono che per la Bce sia giunto il momento di varare politiche monetarie più rigide. La moneta unica è in progresso dello 0,4% a 1,1425 dollari, sempre favorita dalle parole pronunciate ieri da Mario Draghi.

Il governatore della Bce ha detto che in Eurozona c’erano segnali di un ritorno della reflazione. Ciò ha alimentato la speculazione di una virata verso politiche monetarie meno accomodanti dopo anni di tassi zero e piani di acquisto di titoli. La precisazione alle agenzie stampa delle fonti Bce, secondo cui le parole di Draghi sono male interpretate dal mercato, non sono state sufficienti a indebolire l’euro.

Daniele Chicca 29 Giugno 20179:53

Dopo le novità giunte dagli Usa sulle banche, anche in Europa i titoli del settore vanno di corsa.

Daniele Chicca 29 Giugno 201710:49

I rialzi del settore bancario stanno aiutando i listini azionari europei, ma nonostante questo Piazza Affari ha virato in rosso un’ora dopo l’avvio e ora il Ftse MIB cede lo 0,29%.

Daniele Chicca 29 Giugno 201711:54

Il mercato azionario giapponese ha chiuso oggi in rialzo, tornando vicino ai massimi da due anni, dopo il rimbalzo di Wall Street e grazie alla performance dei titoli tech, come Advantest Corp e Shin-Etsu Chemical. market. L’indice Nikkei225 ha chiuso in rialzo dello 0,45%. Sono positive al momento, tra le altre borse asiatiche, anche Hong Kong a +0,66% e Shanghai a +0,37%.

Daniele Chicca 29 Giugno 201711:54

Tra i mercati energetici petrolio Wti in rialzo a 44,93 dollari al barile. Prezzi in rialzo per le sesta seduta di fila, al massimo dal 19 giugno, sulla scia del calo della produzione Usa anche se i timori di un eccesso di produzione a livello globale continuano a pesare.

Daniele Chicca 29 Giugno 201711:55

Sul fronte obbligazionario i prezzi dei Bund (future di settembre) scambiano in calo di 15 tick a 163,30. Lo spread tra Btp e Bund decennali è stabile a quota 166,7 punti base, con il rendimento del nostro decennale che si attesta al 2,063%.

Daniele Chicca 29 Giugno 201714:35

L’andamento dei Future sui principali indici della Borsa Usa.

Daniele Chicca 29 Giugno 201714:36

I commenti da falco di Draghi hanno un impatto non solo sull’euro ma anche sull’obbligazionario. I rendimenti dei bond europei sono tutti in rialzo oggi. Il Btp decennale rende il 2,1090%.

Daniele Chicca 29 Giugno 201715:46

Avvio di seduta poco variato a Wall Street, con Dow Jones e S&P 500 che si muovono intorno alla parità. Ancora vendite sui titoli tecnologici con il Nasdaq100 che è in ribasso dello 0,5%.

Daniele Chicca 29 Giugno 201715:46

Avvio di seduta poco variato a Wall Street, con Dow Jones e S&P 500 che si muovono intorno alla parità. Ancora vendite sui titoli tecnologici con il Nasdaq-100 che è in ribasso dello 0,5% circa.

Daniele Chicca 29 Giugno 201716:12

I titoli Walgreen guadagnano più del 3% in Borsa dopo che la catena di farmacie ha registrato un utile trimestrale migliore del previsto e dopo aver annunciato la conclusione dell’accordo per l’acquisto del capitale di Rite Aid.

I titoli fanno un balzo del 5,1% in avvio di seduta a Wall Street. Negli ultimi tre mesi le azioni sono però in calo del 4,7%.

Daniele Chicca 29 Giugno 201716:15

I titoli Walgreen guadagnano più del 3% in Borsa dopo che la catena di farmacie ha registrato un utile trimestrale migliore del previsto e dopo aver annunciato l’annullamento dell’accordo per l’acquisto del capitale di Rite Aid.

I titoli del gruppo americano, che comprerà 2.186 rivenditori, tre centri di distribuzione e le scorte relative da Rite Aid, fanno un balzo del 5,1% in avvio di seduta a Wall Street. Negli ultimi tre mesi le azioni sono però in calo del 4,7%.

Daniele Chicca 29 Giugno 201717:07

Sul valutario la sterlina sfiora quota 1,30 dollari, forte di un progresso di mezzo punto percentuale. A Wall Street il Dow Jones cala (-0,04%) a 21.446 punti. L’S&P 500 cede -0,1% a 2.439. Il Nasdaq fa peggio: -0,7% in area 5.715. 

In Europa le Borse principali scambiano in ribasso:

DAX tedesco -0,9%

CAC francese -1,3%

FTSE MIB italiano: -1,3%

IBEX: -0,8%

EuroStoxx 600 -0,8%

Daniele Chicca 29 Giugno 201717:08

Sul valutario la sterlina sfiora quota 1,30 dollari, forte di un progresso di mezzo punto percentuale. A Wall Street il Dow Jones cala (-0,04%) a 21.446 punti. L’S&P 500 cede -0,1% a 2.439. Il Nasdaq fa peggio: -0,7% in area 5.715. 

In Europa le Borse principali scambiano in ribasso:

DAX tedesco -0,9%
CAC francese -1,3%
FTSE MIB italiano: -1,3%
IBEX spagnolo: -0,8%
EuroStoxx 600 -0,8%