Borse superano timori uragano Irma e Corea del Nord, Spread giù

11 Settembre 2017, di Daniele Chicca

È una non notizia, la notizia più positiva per le Borse e i titoli percepiti come più rischiosi: il fatto che la Corea del Nord non abbia effettuato un settimo test nucleare, come si temeva, bensì abbia celebrato il sesto e più potente ultimo lancio missilistico dello scorso fine settimana, ha riportato sollievo nelle sale operative. È presto per considerare finita la minaccia nordcoreana (Pyongyang ha detto che si vendicherà se il Consiglio di Sicurezza dell’Onu imporrà altre sanzioni punitive), ma come ha sottolineato a Reuters Lee Kyung-min, analista delle Borse presso Daishin Securities, al contrario della settimana scorsa “per lo meno gli investitori ora sono convinti che la situazione non peggiorerà“.

Gli investitori rimangono tuttavia prudenti anche per via dei danni recati e che potrebbe ancora provocare l’uragano Irma che sta minacciando la costa della Florida, dove 4 milioni di famiglie americane sono rimaste senza elettricità. Per ora l’uragano ha colpito gli Usa con meno veemenza di quanto temuto. Tra gli altri mercati il dollaro Usa trae vantaggio da un ritorno dell’appetito per i rischio, mentre beni rifugio come yen e Treasuries ripiegano.

Lasciate qui commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti sulle Borse nel LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 11 Settembre 20179:35

Partenza positiva per i listini azionari europei. A Piazza Affari si portano in testa al paniere Buzzi, Fincantieri, nel giorno del vertice tra Italia e Francia per decidere del futuro di Stx, e Unipol. Il titolo della compagnia bolognese festeggia la promozione degli analisti di Mediobanca, che hanno rivisto a Outperform il rating sul gruppo finanziario. Nelle prime battute l’indice italiano delle blue chip Ftse Mib avanza dello 0,77% a quota 21.943 punti.

Daniele Chicca 11 Settembre 20179:36

In Asia le Borse sono molto positive, con la piazza di Tokyo che mette a segno un progresso di circa un punto e mezzo percentuale.

Daniele Chicca 11 Settembre 20179:39

Partenza positiva per i listini azionari europei. A Piazza Affari si portano in testa al paniere Buzzi, aiutata dal giudizio positivo di Barclays, Fincantieri, nel giorno del vertice tra Italia e Francia per decidere del futuro di Stx, e Unipol. Il titolo della compagnia bolognese festeggia la promozione degli analisti di Mediobanca, che hanno rivisto a Outperform il rating sul gruppo finanziario. Nelle prime battute l’indice italiano delle blue chip Ftse Mib avanza dello 0,77% a quota 21.943 punti.

Daniele Chicca 11 Settembre 201711:03

Sul Forex il dollaro sta approfittando della debolezza dell’euro penalizzato oggi dalle parole accomodanti di Benoit Coeuré della Bce. L’oro invece paga il ritorno dell’appetito per il rischio.

Daniele Chicca 11 Settembre 201711:15

Coeuré è preoccupato che la forza dell’euro non sia giustificata dai fondamentali e che per questa ragione la valuta unica si stia rivalutando non tanto per una sua forza intrinseca, peraltro presente, ma più che altro per una debolezza dei suoi diretti avversari, dollaro e sterlina.

La domanda interna è in forte aumento e questo promette bene per la crescita, secondo il membro del board ella Bce, ma resta tuttavia la paura di uno choc esogeno sul cambio con le altre monete rivali principali.

Daniele Chicca 11 Settembre 201712:31

Sul mercato obbligazionario secondario si segnala il rialzo dei Btp italiani decennali a fronte di un calo dei Bund analoghi. L’andamento ha portato lo Spread a ridursi dell’1,93% e attestarsi a 167,6 punti base.

Daniele Chicca 11 Settembre 201713:06

L’indice dell’azionario mondiale MSCI ha toccato i nuovi massimi di sempre grazie alle notizie provenienti dalla Corea del Nord e a quelle che arrivano dagli Stati Uniti sul fronte dell’uragano Irma. Si stima che sarà meno devastante del temuto. Trainato dai rialzi di Asia ed Europa, l’indice guadagna lo 0,35% a quota 481,25 punti.

Daniele Chicca 11 Settembre 201715:00

Quando manca mezz’ora circa all’avvio degli scambi a Wall Street i future sul Dow Jones fanno segnare un progresso di più di 100 punti. Dopo le notizie rassicuranti legate all’impatto dell’uragano Irma, le compagnie aeree e di assicurazione sono tra le più richieste in Borsa.

Daniele Chicca 11 Settembre 201715:51

Anche a Wall Street la giornata è all’insegna dei rialzi. Il Dow Jones viaggia in progresso di 173 punti, con il gruppo Travelers Cos. che è il titolo più richiesto in avvio. L’indice allargato S&P 500 guadagna lo 0,6%, con il settore finanziario che corre con una performance più positiva del +1%. Sono dieci i settori che mostrano guadagni. Il paniere dei tecnologici del Nasdaq fa un balzo di un punto percentuale, con colossi come Facebook e Apple che avanzano più della media.

Daniele Chicca 11 Settembre 201715:51

Anche a Wall Street la giornata è all’insegna dei rialzi. Il Dow Jones viaggia in progresso di 173 punti, con il gruppo Travelers Cos. che è il titolo più richiesto in avvio. L’indice allargato S&P 500 guadagna lo 0,6%, con il settore finanziario che corre con una performance più positiva del +1%. Sono dieci i settori che mostrano guadagni. Il paniere dei tecnologici del Nasdaq fa un balzo di un punto percentuale, con Facebook e Apple che avanzano più della media. Per l’S&P una chiusura sui livelli dell’apertura vorrebbe dire un nuovo record assoluto.

Daniele Chicca 11 Settembre 201718:42

Sul valutario il cambio euro dollaro scambia a quota $1,1974 alla chiusura dei mercati europei. Il dollaro guadagna terreno, dopo aver messo a segno il maggior calo settimanale negli ultimi due mesi, in un contesto in cui il ritorno di una certa propensione per il rischio ha spinto gli investitori a ridurre le posizioni corte sul biglietto verde, prima dei dati sull’inflazione Usa di questa settimana.

Daniele Chicca 11 Settembre 201718:43

Sul versante azionario Piazza Affari chiude in rialzo la seduta, ai massimi del 2017. Il Ftse Mib supera di slancio i 22.000 chiudendo a +1,64%, ai massimi del 2017. Il listino è trainato dai titoli assicurativi e bancari, con Unipol in rialzo di oltre il 6%. Bene anche Exor, Generali, Unicredit, Ubi e fineco Bank. In frazionale ribasso solo Leonardo.

Daniele Chicca 11 Settembre 201718:43

Anche le borse Europee chiudono in rialzo una seduta che fin dall’inizio è stata molto positiva. Tornano gli acquisti sull’equity europeo con l’allentarsi delle tensioni nord-coreane. Positivo il comparto assicurativo che beneficia di un impatto meno dannoso del previsto dell’uragano Irma. Chiudono in cima all’Eurostoxx50 Muench. Rueck., Banco Santander e BBVA. In ribasso solo Sanofi e Daimler.

Daniele Chicca 11 Settembre 201718:44

Tra le materie prime il contratto sul petrolio Wti fa segnare 47,7 dollari al barile. Sono deboli gli scambi sul barile di petrolio mentre sullo sfondo restano le incertezze legate all’impatto dell’uragano Irma sulla Florida, considerato il più costoso del dopoguerra.