Borsa Milano in flessione, tensioni sul mercato dei Btp

11 Febbraio 2013, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Borsa Milano sotto pressione, chiude intorno ai minimi di seduta nel giorno in cui i ministri delle finanze dell’area euro si riuniscono per discutere l’eventualità di erogare aiuti a Cipro e alla Grecia. Piazza Affari negativa di pari passo con le altre borse europee, con gli investitori che si prendono una pausa in scia alle incertezze della situazione politica italiana.

L’euro ha testato il minimo delle ultime due settimane, scontando i rinnovati timori sul destino dell’Europa. La moneta unica è scesa fino a $1,3323, al valore più basso dallo scorso 24 gennaio, prima di recuperare terreno sulla scia di alcune indiscrezioni che parlano di possibili nuovi aiuti alla Grecia. Il listino Ftse Mib ha archiviato la seduta in contrazione dello 0,62% a quota 16.529,87.

Sul fronte obbligazionario il differenziale Btp-Bund risale sui massimi dall’inizio dell’anno, chiudendo sui 300 punti. Intanto i bancari, motori dei listini milanesi e molto esposti ai titoli di Stato, sono contrastati. “La risalita dello spread non è comunque allarmante né è tale da spingere a parlare di effetto downtrend sui bancari” nota a Reuters un trader, che aggiunge: “E’ vero tuttavia che le incertezze sulla situazione del nostro paese incidono su spread e trend azionario e difficilmente i mercati rivedranno la luce prima delle elezioni. Gli operatori continueranno a tergiversare ancora per qualche tempo”.

Sullo sfondo, rimane l’incertezza politica dell’Eurozona, con le elezioni politiche in Italia che rischiano di dar vita a un governo instabile, visto che l’esito è sempre più incerto. Un chiaro avvertimento agli elettori italiani arriva dal Financial Times, che invita i cittadini a dire di no a Berlusconi, in quanto un suo ritorno, secondo il quotidiano britannico, minerebbe la credibilità che il paese ha raggiunto con il governo tecnico di Monti.

Dal canto suo, Silvio Berlusconi, riferendosi allo spread, afferma che “non ce ne può importare di meno”.

Chiudi oggi i mercati del Giappone, della Cina e di Hong Kong in occasione dei festeggiamenti per il nuovo anno Lunare.

Da segnalare che l’indice di riferimento dell’azionario europeo, Stoxx Europe Index, estende le perdite sofferte per due settimane consecutive, riducendo così i guadagni del 2013 a +2,4%.

BTP – Lo Spread Italia-Germania a 10 anni oscilla nervosamente attorno alla soglia dei 300 punti, prima di riposizionarsi a 299 punti, sopra la soglia Monti, pari a 287 punti, che corrisponde alla metà del livello a cui il differenziale oscillava quando l’esecutivo tecnico prese il potere nel 2011 dopo le dimissioni di Berlusconi. I tassi sui BTP a 10 anni hanno fatto +1,19% al 4,60%.

ALL’INTERNO DEL FTSE MIBTitolo Mps sotto i riflettori, a seguito delle rivelazioni sulle mosse segrete di Bank of New York e di Bankitalia per evitare la nazionalizzazione dell’istituto senese. In calo Fiat fino anche a -2%. Occhio anche alle quotazioni di Unipol a causa dello scandalo sui derivati. Bancari contrastati: Buy su Mediobanca, Unicredit, Bper +2%. Tra altri titoli venduti, Diasorin, Telecom Italia, Tenaris. BPM titolo migliore sulla scia di alcuni rumor di mercato (leggi sezione insider).

ALTRI MERCATI – In ambito valutario, l’euro +0,16% a $1,3384. Dollaro/yen +0,81% a JPY 93,40. Focus sui livelli cruciali di supporti e resistenze per operare nel mercato dei cambi.

Quanto alle commodities, i futures sul petrolio -0,38% a $95,36 al barile, quotazioni oro -0,95% a $1.651 l’oncia.

In ambito valutario, l’euro +0,13% a $1,3379. Dollaro/yen +0,72% a JPY 93,32. Focus sui livelli cruciali di supporti e resistenze per operare nel mercato dei cambi.

________________________________________

TRA GLI HIGHLIGHT DI GIORNATA

Crisi: Ocse, segni stabilizzazione ripresa in eurozona.

Credito: Crif, A Gennaio +6% Richieste Imprese, Crollo Dei Mutui (-14%).

Crisi: Germania, asta bond 6 mesi, tasso torna positivo.

Crisi, 450mila imprese chiuderanno nel 2013.

Cipro/ FT: Su aiuti Ue anche ipotesi prelievo depositi banche.

Borsa: Europa apre incerta, Parigi +0,02% e Francoforte -0,30%.

Milano riapre negativa, spread in lieve rialzo.

Economia/agenda: Attesa Per Dati Pil Italia, Germania Ed Europa.

Titoli Stato: spread Btp-Bund apre in rialzo a 297 punti.

Enel: firma linea credito rotativa da 9,4 mld sostituira’ quella da 10 mld.

Borsa: in Asia mercati chiusi per Capodanno, Sidney -0,2%.

Beffa riccometro: ci rimettono pensionati e lavoratori dipendenti con una casa
.

La Cina batte gli Usa e diventa prima potenza commerciale
.

Speculare con gli Etf per rendimenti al 10%.

L’investitore ottimista si sposta sulle azioni.

Bipiemme, via alle nuove Popolari.

EURO SCENDERA’ FINO A $1,20, FOCUS SU ITALIA, SPAGNA E CIPRO


_______________________________________

Il mercato è dominato dalle boiling room e sale trading come quella di JPMorgan Chase, dove scommesse fino a un leverage di $200 miliardi e guadagni (o perdite) di 5-6 miliardi sono la norma, nel portafoglio derivati su crediti sintetici. Quindi per vincere sulle lobby bancarie e per non essere continuamente manipolati vi invitiamo – trader, gestori e promotori finanziari della famiglia di WSI – ad essere più sofisticati, piu’ aggressivi, preparati, tecnici, e soprattutto flessibili in un mercato pieno di trappole ma anche di enormi opportunita’. Questo è il vostro spazio per operativita’, commenti flash e strategie di trading. Fatevi sotto.