Borsa Milano, i titoli da comprare e da vendere

22 Maggio 2017, di Daniele Chicca

La giornata di lunedì è caratterizzata dallo stacco della cedola dividendo per molti titoli azionari a Piazza Affari: A2A, Acsm Agam, Alerion Clean Power, Amplifon, Anima Holding, Ansaldo STS, Atlantia (saldo), Azimut, Banca Generali, Basic Net, Be, Bper Banca, Brembo, Brunello Cucinelli, Buzzi Unicem, Cairo Communication, Caltagirone, Campari, Cattolica Ass, Cementir, Cir, DiaSorin, EI Towers, Elettra Investimenti, Enav, Enervit, ePrice, Erg, Fila, First Capital, Generali, Geox, Igd, Ima, Intesa Sanpaolo, Inwit, Irce, Italgas, Leonardo, Luxottica, Marr, Masi Agricola, Moncler, PanariaGroup, Parmalat, Pop. Sondrio, Rai Way, Ratti, Salini Impregilo, Salvatore Ferragamo, Saras, Sias (saldo), Snam, Sol, Tenaris (saldo), Tod’s, Triboo, Ubi Banca, Unipol, UnipolSai, Vianini.

Secondo gli analisti tecnici di Sos Trader per prevedere dove andranno questi titoli quotati a Milano sarà molto importante valutare il comportamento degli operatori nelle prossime sedute in quanto, dice Pietro di Lorenzo, “si capirà se reinvestiranno sul mercato le corpose cedole incassate (auspicando un mercato rialzista nel 2° semestre 2017) o preferiranno consolidare, tirando i remi in barca”.

Dal punto di vista tecnico, segnala sempre l’analista, “il FtseMib disegna una Long white che prosegue la reazione partita giovedì dai minimi in area 20.800. L’indice italiano mostra maggior forza relativa rispetto alle principali borse europee chiudendo la settimana sostanzialmente invariata (-0.04%) grazie a un corposo recupero dopo il sell off di mercoledì”.

Fra i titoli interessanti per la prossima seduta, i graffisti di Sos Trader segnalano:

CNH disegna una Morning Star, ovvero un pattern di analisi tecnica candlestick tanto inconsueto quanto potente. Ci attendiamo un ulteriore allungo verso area 10.5€.

ENI testa la trendline ribassista scaturente dai massimi toccati il 3 gennaio a 15.92€. Il superamento di questo livello, fornirà un significativo segnale rialzista.

YOOX mostra crescente forza relativa chiudendo la settimana in rialzo del 3.61%. Possibile intervenire a seguire di una chiusura superiore a 25.8€.

Ci attendiamo volatilità su SAIPEM nel giorno del raggruppamento azionario nel rapporto di una nuova azione ogni dieci esistenti.

Da monitorare anche CARRARO nell’ultimo giorno di negoziazione dei diritti legati all’aumento di capitale. La fuoriuscita dei prezzi dalla Flag potrebbe innescare una decisa accelerazione.