Boom pagamenti transfrontalieri grazie alle tecnologie digitali

9 Maggio 2019, di Mariangela Tessa

Dopo due anni in flessione, tornano a crescere i trasferimenti di denaro cross-border peer-to-peer (P2P), che, nel 2017, hanno raggiunto il livello record di $ 613 miliardi a livello globale nel 2017. È quanto emerge da una ricerca condotta dal sito Business Insider dal titolo “The Digital Remittances Report”, secondo ciò il settore delle rimesse continuerà a crescere con un amento del 23% annuo da $ 225 miliardi nel 2018 a $ 387 miliardi nel 2023.

Ad alimentare la crescita futura, sottolinea il report, saranno soprattutto la crescita dei servizi digitali, come l’aumento della penetrazione degli smartphone, delle applicazioni mobili, una maggiore domanda di transazioni digitali e la necessità generale di trasferimenti transfrontalieri più rapidi.

“E con il passaggio al digitale – si legge nell’articolo – che arriva un pubblico di clienti più giovani, esperti di tecnologia digitaletecnologia digitale, un segmento che le aziende stanno cercando di raggiungere”.

Ne deriva che l’industria delle rimesse globali sta diventando sempre più competitiva con gli operatori storici come Western Union e MoneyGram che competono con nuovi player come WorldRemit e Remitly.

“Per vincere – conclude l’articolo-  le aziende a tutti i livelli dovranno dare la priorità alle quattro aree che i consumatori apprezzano maggiormente nelle rimesse: costi, convenienza, velocità e sicurezza”.