Bonus trasporti: come funziona il nuovo voucher da 60 euro

7 Ottobre 2022, di Pierpaolo Molinengo

Questo è il secondo mese nel quale il bonus trasporti da 60 euro è effettivamente operativo. Il bonus serve a sostenere i cittadini che devono pagare l’abbonamento del trasporto pubblico. La novità di questo mese è che può essere richiesto più volte. Nel dettaglio, il singolo viaggiatore avrà la possibilità di richiedere il bonus trasporti da 60 euro più volte, fino al raggiungimento dell’importo massimo. Purché la domanda sia presentata in mesi diversi.

A questo punto è necessario procedere con alcuni chiarimenti. Il Decreto Interministeriale 5/2022 del 29 luglio 2022 ha attuato alcune disposizioni contenute all’interno del Decreto Aiuti. All’articolo 2 viene chiaramente stabilito che:

“Il buono è pari al 100 per cento della spesa da sostenere ed è riconosciuto, comunque nel limite massimo di valore in misura pari a 60 euro per ciascun beneficiario per l’acquisto, effettuato entro il 31 dicembre 2022, di un solo abbonamento, annuale, mensile, o relativo a più mensilità”.

Questa particolare disposizione ha portato ad ipotizzare che ogni singola persona potesse richiedere un solo bonus trasporti per ogni abbonamento, indipendentemente dalla sua durata (che può essere di un mese o di un anno).

I chiarimenti del ministero sul bonus trasporti

A chiarire come debba essere utilizzato il bonus trasporti ci ha pensato direttamente il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il quale, in una Faq datata 5 settembre 2022, ha sottolineato che gli utenti hanno la possibilità di presentare una richiesta al mese per ottenere il sussidio. Nel caso in cui, nei mesi successivi, ci sia ancora una dotazione finanziaria, possono avanzare nuove richieste, fino al raggiungimento dell’importo massimo di 60 euro.

In un primo momento era prevalsa un’interpretazione limitativa della norma. I viaggiatori, infatti, ritenevano che ogni persona avesse la possibilità di presentare più richieste, ma che fosse inviolabile il tetto massimo di 60 euro per ogni viaggiatore. Stando a questa prima interpretazione, nel caso in cui il singolo avesse sottoscritto un abbonamento mensile pari a 40 euro a settembre, ad ottobre la stessa persona avrebbe potuto chiedere un nuovo bonus trasporti da 20 euro. Ma le cose non stanno proprio così.

Emessi oltre 1 milione di bonus a ottobre

Il Ministero del Lavoro ha annunciato che nel corso del mese di settembre sono stati emessi più di un milione di voucher. Dal primo ottobre 2022 i diretti interessati hanno la possibilità di richiedere nuovamente il bonus trasporti per gli abbonamenti mensili. Come abbiamo visto, potranno presentare nuovamente la domanda anche quanti ne hanno fatto richiesta nel corso del mese di settembre.

Dal Ministero del Lavoro confermano che è possibile chiedere un bonus trasporti da 60 euro complessivi ogni mese per ogni singolo abbonamento.

Le conseguenze del bonus trasporti

Quella che è arrivata dal Ministero è sicuramente una buona notizia per alcuni viaggiatori. Meno per altri. Infatti, il viaggiatore che abbia fatto un abbonamento mensile a settembre, adesso può chiedere un nuovo bonus per quello di ottobre. In questo modo riuscirà a risparmiare 120 euro. Se i fondi ci saranno anche a novembre e a dicembre, il risparmio continuerà fino alla fine dell’anno.

Discorso diverso per quanti hanno acquistato un abbonamento annuale a settembre, temendo che si sarebbero esauriti i fondi annuali. In questo caso hanno risparmiato solo e soltanto 60 euro, perché l’abbonamento vale per tutto l’anno. Senza dubbio, a questi viaggiatori sarebbe convenuto acquistare l’abbonamento mensile, perché adesso avrebbe potuto risparmiare altri 60 euro.